M5S News

Bufera sul bando per 25 assunzioni
I sospetti del M5S: «Tagliato ad hoc»
La replica: «Già 300 domande»

In ballo contratti da 24 mesi. Conca: «Qualcosa non quadra, scelte ristrette»
Minichillo: «L’obiettivo è la massima partecipazione dei candidati»

Il Movimento 5 Stelle in Regione denuncia: «A Puglia Promozione c’è un concorso ad hoc per assumere 25 persone». La replica della società è chiara: «Nessuna volontà di restringere il campo d’azione. Anzi la platea è molto più ampia». La nuova polemica che coinvolge l’amministrazione Emiliano tocca la società di scopo della Regione Puglia. Quella che gestisce, sotto l’indicazione dell’assessore Loredana Capone, risorse e strategie del mondo turistico. L’attacco, firmato Mario Conca (M5S), riguarda il arruolamento di 25 figure professionali con contratto a tempo determinato per 24 mensilità. «Perchè al bando può accedere solo chi ha già maturato esperienze nelle società in house regionali? Una scelta — ha attaccato Conca — che, ferma la possibilità per la pubblica amministrazione di imporre tra i requisiti di ammissione ad una procedura selettiva la pregressa esperienza professionale, è certamente irragionevole e limitativa della platea dei concorrenti oltre che non perfettamente aderente ai principi di proporzionalità e adeguatezza. E ci chiediamo come mai si faccia riferimento solo alle società in house regionali e non anche comunali o provinciali, dal momento che lo stesso bando fa riferimento alle amministrazioni locali. Ridurre la platea dei possibili partecipanti non risponde neppure al pubblico interesse, che al contrario trova realizzazione nelle ipotesi in cui è garantita la massima partecipazione».