M5S News

M5S al voto per il candidato alle suppletive per il Senato, il rapper Lucariello: "Ci metto la faccia"

"Ho deciso di metterci ancora la faccia per difendere la nostra terra, per rappresentare questo collegio che si articola in quelle periferie dove sono nato e cresciuto, dove il voto di scambio per pochi soldi è diffusissimo e dove sarà inevitabile lottare per non lasciare alla Lega un altro pezzo delle nostre vite". Così Lucariello, nome d'arte di Luca Caiazzo, rapper originario di Scampia e autore insieme a 'Nto del brano "Nuje vulimme 'na speranza" diventato sigla della serie tv "Gomorra", presenta la sua candidatura alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle per le elezioni suppletive nel collegio Campania 07 al Senato.

Oggi, con il voto sulla piattaforma Rousseau dalle 10 alle 19, gli attivisti campani sceglieranno il candidato M5S per il collegio che comprende parte della città di Napoli e lasciato vacante a seguito della morte di Franco Ortolani, eletto proprio con il M5S nel 2018.

Lucariello è tra i 10 candidati tra i quali gli iscritti campani a Rousseau potranno scegliere. In un post su Facebook, Lucariello spiega così la sua soluzione di candidarsi: "Stavo chiacchierando con altri attivisti sotto un gazebo in un quartiere popolare, quando una signora si è avvicinata in lacrime e stringendoci le mani ha cominciato a ringraziarci del fattoáche con il ricavo di cittadinanza aveva potuto finalmente comprare una dentiera a suo marito. In quelle lacrime ho visto il lavoro e le battaglie di migliaia di attivisti, di cittadini comuni che in nome di una meravigliosa follia si sono alzati e hanno costruito una piccola misura di grande civiltà. Quelle idee - aggiunge Lucariello - non muoiono ma trovano nuova forma dentro noi. Abbiamo gli attacchi di Salvini che si è largamente dimostrato nemico del nostro popolo e che per primo vuole cancellare quella misura così importante per chi è più debole".

Lucariello ricorda che "la musica mi ha fatto vivere benissimo e non smetterò mai di vivere di poesia, la politica la vivo ogni giorno nelle scuole, nelle carceri minorili, tra le associazioni.áMa - conclude - per far sì che la speranza non sia solo un'illusione tocca rimboccarsi le maniche e darsi da fare fuori e dentro le istituzioni".

Oltre al rapper di Scampìa Lucariello i candidati sono Fabio Montagnaro, Evaristo Cicatiello, Luigi Napolitano (già candidato per le europee), Teresa Esposito, Stefania Palermo, Domenico Galardo, Mariano Peluso (primo storico consigliere di circoscrizione del Movimento al Vomero), Gianpaolo D'Eugenio, Emanuele Ferrante.

Attesa per oggi anche la soluzione di Dema. Il partito del sindaco è obbligato a scegliere prima un nome per poter poi raccogliere le firme necessarie a una eventuale presentazione in solitaria. Ma prende sempre più quota Anna Riccardi presidente della Fondazione Figlie di Maria. A destra invece si tira fuori Enzo Santagada: il presidente dell'Ordine dei farmacisti conferma di essere stato "sollecitato" da esponenti nazionali di Forza Italia, ma dichiara di volersi dedicare alla attività accademica e all'Ordine stesso. Intanto saranno oggi insieme a Napoli Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, e Massimo D'Alema, per la presentazione del volume di "Italianieuropei", alle 18 all'Università Pegaso di piazza Trieste e Trento.