M5S News

Regionali, Emiliozzi (M5S) incontra Buffagni: "la pandemia è stata un reset. Le Marche possono ripartire" (FOTO)

“L’economia marchigiana può davvero ricominciare a crescere, gli strumenti ci sono tutti e anche le risorse. Ora però tocca a noi e in primis al nostro tessuto imprenditoriale saperli utilizzare bene e trasformare l’ennesima crisi, quella innescata dal Covid 19, in un’opportunità. Al di là degli aspetti sanitari, infatti, la pandemia è stata un gigantesco reset anche a livello sociale ed economico. Come tutti i reset, anche questo deve essere occasione per ripartire, meglio e più efficacemente di prima”. 

A dirlo è la facilitatrice regionale Marche del Movimento 5 Stelle, Mirella Emiliozzi, all’indomani di un lungo giro tra aziende e associazioni di categoria compiuto insieme al viceministro allo Sviluppo Economico Stefano Buffagni, un tour iniziato ieri nel pesarese al mattino e concluso nel pomeriggio a Civitanova Marche, cuore del distretto calzaturiero regionale. “Al di là del sostegno al nostro candidato presidente Gianni Mercorelli, che è sicuramente la miglior opzione che abbiamo per la guida della nostra regione, questa iniziativa è servita per presentare una volta ancora al viceministro la nostra realtà e per permettere a tutti di sentire direttamente quali sono le novità, ma soprattutto quale sarà l’approccio del governo all’utilizzo del recovery fund e delle risorse di cui potremo avvalerci, fondi destinati all’Italia intera e che devono andare a beneficio di tutti i cittadini, a tralasciare da chi ha il dovere di gestirli”.

E ‘l’approccio’ illustrato da Buffagni ieri e rivendicato oggi da Emiliozzi, che ne è promotrice fin dall’inizio del suo mandato come guida regionale delle relazioni esterne del Movimento è stato di tipo proattivo, con le strutture ministeriali che si devono mettere a disposizione delle imprese per trovare insieme soluzioni. “Al di là delle posizioni politiche dei singoli, amplificate anche dal clima da campagna elettorale, quello che più conta è il diverso approccio ‘istituzionale’ legato anche alla presenza del Movimento Cinque Stelle ai vertici dei ministeri più vicini alle aziende, cioè Esteri e Sviluppo Economico. Oltre che con il viceministro Buffagni lavoriamo a stretto contatto con Luigi di Maio e Stefano Patuanelli sia sul fronte del patto per l’export, uno strumento formidabile per l’internazionalizzazione delle imprese, che su quello del superbonus, che farà ripartire tutto il comparto costruzioni, con ricadute notevoli sull’indotto”.

“Quello che più mi preme sottolineare - conclude quindi Emiliozzi - è il nostro modo di fare le cose, ovvero a beneficio di tutti i cittadini. Fin da quando esiste il Movimento, infatti, ci siamo definiti portavoce e questo non è cambiato: siamo nati per portare la voce dei cittadini nelle istituzioni. Ora che siamo noi il vertice di molte istituzioni ascoltiamo la voce dei cittadini e cerchiamo di dare risposte e soluzioni ai loro problemi. E’ per questa ragione che ho dedicato l’inizio del mio mandato come facilitatrice marchigiana a costruire e tessere un dialogo diretto con gli imprenditori e con le associazioni di categoria. Ora questi contatti ci sono e sono all’insegna della volontà comune di aiutare le Marche: in autunno, condizioni sanitarie e regole di distanziamento sociale permettendo, inizieremo una serie di incontri operativi per trasferire le istanze territoriali direttamente sui tavoli romani, quelli in cui si prendono le decisioni e soprattutto da cui partono le erogazioni delle risorse”.