M5S News

Regionali Lazio, dal M5S al Pd mogli, figli, fratelli: la lista è affare di famiglia

È il “ partito della famiglia” il vincente annunciato delle prossime regionali. Maria Piera Padoan, schierata a fianco di Stefano Parisi sul fronte opposto a quello del fratello ministro pd all’Economia, non è che l’ultima new entry.

Basta spulciare gli elenchi dei candidati per veder spuntare, praticamente in ogni lista, mogli, mariti, sorelle e figli di. Giusto per limitarsi alle parentele più strette, che il catalogo a volerlo allargare sarebbe ben più vasto. Non fa eliminazione il M5S, sulla carta allergico a simili pratiche, nella realtà parecchio attivo nella promozione di coniugi e consanguinei. Oltre al caso noto di Francesca De Vito, sorella del presidente dell’assemblea capitolina, sotto le insegne grilline compare pure Danilo Barbuto, marito di Agnese Catini, presidente della Commissione comunale Politiche sociali, già consigliere in IV municipio. Legami che sembrano spingere anche gli aspiranti a un seggio parlamentare: oltre alla coppia consolidata Vignaroli- Taverna, uno in lizza alla Camera l’altra al Senato, a Palazzo Madama si candida anche l’ex magistrato Alberto Cozzella, il cui figlio Renato è stato nominato a novembre dalla sindaca Virginia Raggi presidente del Consorzio per lo sviluppo economico e turistico del lago di Bracciano.

Ma tornando alla battaglia per la Pisana, nel Pd si presenta com’è noto la capogruppo in Campidoglio Michela Di Biase, moglie del ministro Franceschini, insieme alla deputata uscente Marietta Tidei, figlia di Pietro, ex parlamentare ds ed ex sindaco di Civitavecchia. Per Centro Solidale, la lista moderata pro- Zingaretti, il capolista è Paolo Ciani, rampollo di Fabio, ex assessore della giunta Marrazzo ed ex presidente dell’Autorità portuale. In LeU si segnala invece Riccardo Agostini, fratello di Roberta: entrambi eletti coi dem e poi fuoriusciti, si ricandidano per gli stessi posti, uno in Regione, l’altra alla Camera. Dove per il Pd, nel primo collegio plurinominale del Lazio si ripresenta l’uscente Flavia Piccoli Nardelli, figlia dello storico segretario dc Flaminio; mentre al Senato ci riprova Monica Cirinnà, ex consigliera a Roma e moglie di Esterino Montino, già parlamentare, vicepresidente regionale e ora sindaco di Fiumicino. Stesso discorso nel centrodestra.

In Fi alla Pisana si candida Roberta Angelilli, già eurodeputata e moglie del senatore Andrea Augello, oltre a Fabio De Lillo, già assessore comunale e fratello dell’ex senatore Stefano.

Capolista di Noi con L’Italia è Pietro Sbardella, figlio dello scomparso Vittorio, ex capo della corrente adreottiana della Dc. Mentre FdI punta sui parenti, ma in Parlamento: collegi blindati sia per Francesco Lollobrigida, cognato di Giorgia Meloni, sia per Rachele Mussolini, sorella di Alessandra e nipote del Duce. E “formato famiglia” è pure CasaPound, che punta in Regione su Carlotta Chiaraluce, compagna di Luca Marsella, candidato minisindaco a Ostia.