M5S News

M5S: «Scontro sindacati-Asst all’ospedale di Legnano, serve una ricomposizione»

LEGNANO – Uno «scontro» in corso tra i sindacati e il direttore dell’Asst Ovest Milanese sulla condizione di criticità che starebbe vivendo l’ospedale di Legnano a causa della pandemia da Covid-19. È quanto denuncia il consigliere regionale del M5S Lombardia Luigi Piccirillo, che sollecita le parti a «una mediazione nell’interesse dei pazienti. Le richieste sindacali – commenta Piccirillo – sono sacrosante: stiamo parlando di medici e infermieri che stanno sostenendo sulle proprie spalle il peso della pandemia. Il personale sta vivendo una condizione particolarmente critica e alle difficoltà del lavoro quotidiano si aggiungono le assenze da Covid, la paura e lo stress. Mi auguro che la direzione dell’Asst sia disponibile al dialogo: riconoscere le difficoltà è il primo passo per trovare soluzioni condivise. Da questo punto di vista sappiamo che le Asst sono state lasciate in generale e colpevolmente sole dalla Lombardia di Fontana, ma sul territorio devono prevalere il dialogo e il confronto».

“Aiutiamoci a Legnano”: il Comune cerca bisogni e risposte

L’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del virus ha fatto emergere allo stesso tempo grandi difficoltà e risorse insospettabili nella comunità locale. La città di Legnano vive un momento molto duro, ma possiede anche strumenti molto efficaci per poter superare questa fase. Con questo spirito l’assessorato al benessere e alla sicurezza sociale del Comune promuove il progetto “Aiutiamoci a Legnano”, che risponde alla volontà di ascoltare la cittadinanza e la società civile per raccogliere bisogni ma anche risorse da poter valorizzare al servizio del bene comune. Il progetto si basa sulla persuasione che molte soluzioni ai problemi siano già presenti e che serva fortemente un loro coordinamento. Per questo motivo, l’Amministrazione chiede ai cittadini di comporre il questionario pubblicato nell’area Covid del sito internet del Comune a questo link indicando di che cosa si ha bisogno e che cosa si può condividere con la comunità.

Pavan: «Cittadini coinvolti in azioni utili per tutti»

«La diffusione del Coronavirus – commenta la vicesindaco, Anna Pavan – sta ampliando il ventaglio dei bisogni sentiti dalla popolazione. Vogliamo conoscerli meglio. Ma vogliamo anche capire che cosa i cittadini di Legnano possono mettere a disposizione della comunità, in aggiunta al prezioso lavoro già svolto da tante associazioni. Il questionario, messo a punto dai consiglieri Luca Benetti e Giacomo Pigni, è un primo passo in questa direzione. Bastano pochi clic per mettere il Comune nella condizione di migliorare la sua risposta alla pandemia e per implicare i cittadini in azioni utili alla collettività».