M5S News

Sondaggi elettorali: centrodestra quasi al 50%, M5S e PD in calo

Intenzioni di voto: Fratelli d’Italia permette al centrodestra di allungare sulla maggioranza di governo indebolita dalla debacle di Italia Viva e nella quale si salva solo LeU.

Tornano i sondaggi elettorali Quorum, con le intenzioni di voto nazionali presentate l’11 ottobre 2020. I dati attuali, messi a confronto con le stime ai partiti politici rilevate il 5 giugno, ovvero circa quattro mesi fa, mettono in evidenza come le prime due forze politiche (Lega e PD) abbiano perso consensi, anche se in misura dissimile.

La grande crisi del M5S non pare aver inciso più di tanto nel medio termine, tanto che il calo registrato è davvero minimo. Grande balzo in avanti da parte di Fratelli d’Italia che porta ad aumentare i consensi del centrodestra, nonostante anche il calo di Forza Italia, ma supportato da qualche decimo di punto guadagnato dalla Lista Cambiamo del confermato governatore della Liguria Giovanni Toti.

Per quanto concerne i partiti politici minori, che hanno come obiettivo minimo l’ottenimento del 3%, che potrebbe costituire la soglia di sbarramento della prossima legge elettorale, probabilmente il Germanicum, (anche se c’è da tenere in considerazione che la soglia potrebbe essere posta al 5%), emerge il crollo di Italia Viva, e di contro le risalite importanti di Sinistra Italiana-Art1 MDP e di Azione. In calo +Europa.

Sondaggi politici Quorum: le intenzioni di voto con le variazioni percentuali

La Lega di Matteo Salvini continua a perdere consensi. In circa quattro mesi perde lo 0,7%, scendendo al 25,5%. Tuttavia, resta saldamente il primo partito italiano. D’altronde, arranca il principale inseguitore, ovvero il Partito Democratico che cede tre decimi di punto e cala al 21,3%, restando a oltre quattro punti dalla Lega.

Dopo un lungo inseguimento, il partito di Giorgia Meloni supera e stacca il M5S. Il sondaggio Quorum, stima Fratelli d’Italia al 16,5%, in rialzo dell’1,5%. Di contro, il Movimento 5 Stelle perde lo 0,2% e si attesta al 15,3%. Forza Italia al 6,5%, in rialzo di due decimali.

Sinistra Italiana-Art1 MDP diventa il partito guida tra quelli minori, guadagnando lo 0,8% e salendo al 3,5%. Non lontano Azione di Carlo Calenda, anch’esso in crescita di otto decimali, si porta al 3,2%. Un vero e proprio crollo colpisce Italia Viva di Matteo Renzi, che passa dal 3,1% al 2,1%, un punto perso pesante come un macigno. +Europa al 2,0% cede lo 0,3%, decimali che guadagna Cambiamo! indicato allo 0,4%. Altri partiti 3,5%; indecisi/astenuti 43,3%, una percentuale molto rilevante.

La maggioranza di governo vale il 42,2%, registrando un calo di sette decimi di punto rispetto alla prima settimana di giugno 2020. Pesa il calo del PD e del M5S, in quanto, la debacle di Italia Viva è compensata dal forte rialzo di Liberi e Uguali. Il centrodestra si attesta al 49,1%, con un incremento di consensi dell’1,3%.

Articolo originale pubblicato su Money.it qui: Sondaggi elettorali: centrodestra quasi al 50%, M5S e PD in calo

MoVimento 5 Stelle (M5S) Partito Democratico Lega Sondaggi politici Fratelli d’Italia Italia Viva