M5S News

Piano Mancini. Pressing del M5S. “Si cominci dal lotto zero”

“Il principale obiettivo del Movimento 5 Stelle è spendere i 125 milioni di euro che il Governo, tramite il Ministro dell’Ambiente Costa, ha destinato alla messa in sicurezza della città di Olbia. Il fine della nostra battaglia è far partire al più presto i lavori, iniziando da tutte quelle opere immediatamente cantierabili, e scongiurare così la perdita dei finanziamenti che compiendo questo primo passo fondamentale potrebbero essere definitivamente vincolati alla città”. È quanto riporta una nota del M5S in merito alla realizzazione del Piano Mancini, impedito dal Servizio valutazioni impatti ambientali (SVI) che ha bocciato il Piano anti-alluvione.

“Le motivazioni addotte dagli uffici regionali nel preavviso di diniego – si legge nel documento – sono del tutto pretestuose. Nello specifico, infatti, per quanto riguarda le indicazioni dei siti di stoccaggio, redatte in maniera certosina, è stata persino prevista la possibilità di scelta tra nove opzioni alternative, tra cui quella dell’eventuale riutilizzo del materiale di risulta per il completamento dei lavori della Circonvallazione Ovest di Olbia”.

“Il pericolo alluvioni è costante e non dobbiamo dimenticarlo, per questo la nostra battaglia in Consiglio regionale non cesserà fino a quando non vedremo la prima ruspa in azione. Iniziamo dal lotto zero, dalla demolizione di tutte quelle opere che ancora oggi ostacolano il deflusso dell’acqua creando dei pericolosi tappi”.

La nota del Movimento 5 Stelle è firmata contestualmente dal deputato Nardo Marino, dal consigliere regionale Roberto Li Gioi e dal consigliere comunale Roberto Ferinaio, che il 2 luglio scorso avevano incontrato l’assessore ai Lavori Pubblici Frongia dal quale avevano appreso che per l’avvio della gara d’appalto mancava soltanto il parere dell’assessorato all’Ambiente.