M5S News

Alleanza Pd-M5S, Zingaretti bocciato dai dem

Altro che alleanza. Il popolo dem ascolta la proposta del suo segretario Nicola Zingaretti - un'unione Pd-M5S per giungere almeno al 40% delle preferenze nella prossima tornata elettorale -, e boccia senza appello quello che per molti sarebbe "semplicemente un suicidio politico", "la morte del partito", "un errore madornale". E' rivolta, insomma, fra i militanti che su Twitter commentano da ieri sera la mossa del numero uno del Partito democratico: troppo da tollerare e digerire, soprattutto per chi già aveva visto con sospetto e vissuto come "un tradimento" la nascita del governo 'giallorosso'.
Il 'no' è netto: "I 5 stelle hanno votato i decreti sicurezza senza battere ciglio, ma ehi, loro so' di sinistra. Ma mi faccia il piacere", "io sono senza parole. Ma davvero non hanno capito con chi sono al governo? Sul serio?", "ripigliatevi, ve ne prego", "più leggo queste parole più sono certa di aver fatto la scelta giusta a non rinnovare la tessera", "eravamo partiti con qualche sguardo, poi siamo arrivati ad uscire insieme, ora addirittura li portiamo all' altare. Un po' di pudore", "mi viene da vomitare", "non bastava governarci insieme, ora anche l'alleanza che solo Zingaretti vuole. Basta così, addio", solo alcuni delle decine di commenti che da qualche ora campeggiano sotto ai tweet del segretario.