M5S News

Elezioni 4 marzo M5S, l'uomo che mandò Berlusconi e Rete4 sul satellite. Video

Terremoto nella politica pugliese e in particolare nella provincia di Brindisi. Si è iscritto alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle, con buona probabilità di farcela, un uomo di grande popolarità: Rocco Monaco, editore e direttore di VideoM, una tv locale privata molto seguita in provincia e in tutta la Valle d'Itria, partner di Affaritaliani.it. Una specie di 'Funari pugliese' che con tutto il palinsesto iperlocale ma soprattutto col suo quotidiano serale 'Parliamone', seguito anche dall'estero, riesce a incollare dinanzi ai teleschermi o ai computer via Facebook 7-8mila persone al giorno.

Famoso per le sue campagne con UTELIT CONSUM (rappresenta oltre trentamila cittadini nelle battaglie contro Telecom ed Equitalia) contro gli sprechi della politica e le truffe delle banche, nel 1999 Monaco promosse con il CNT ed altre associazioni un ricorso contro Rete4 per farne spostare le trasmissioni sul satellite (ricorso ritenuto fondato dalla Corte Costituzionale nel 2012 – Sent. 422/2012). Non solo, ha scritto il 'Libro bianco sulla RAI' con alcune istanze come quella sull’abolizione del canone (20.000 firme raccolte e presentate all’allora Presidente della Camera Fini) o sulla qualità dei programmi, sull’adeguatezza delle trasmissioni per i minori diventate temi di confronto pubblico.

E' amministratore del 'Meetup Beppe Grillo Ceglie Messapica' dentro il quale sono famose le sue battaglie contro il Governatore Emiliano e i suoi tagli alla sanità pugliese. Ora il tornado Monaco crea molta apprensione tra i parlamentari locali, in particolare nel suo paese, Ceglie Messapica, che nelle precedenti votazioni aveva già un onorevole, eletto nelle file del Pdl-Forza Italia, il fittiano Nicola Ciracì (in realtà entrò alla Camera dopo la rinuncia di Fitto che preferì il Parlamento europeo) che, infatti, ha cominciato a bombardare la candidatura Monaco anche attraverso il suo blog di riferimento Il Diavoletto. Ma Monaco non ci sta e tuona: "Basta con la vecchia politica, la città ha dato. Ora si volta pagina". E c'è chi dice che ne vedremo delle belle...