M5S News

Elezioni politiche sondaggi: Pd flop con la sua mini-coalizione. Le stime dopo la Direzione Pd


Il Centrodestra unito vincerà le prossime elezioni politiche dinanzi al Movimento 5 Stelle. Solo terzo il Partito Democratico con la sua 'mini-coalizione' allargata ad Alternativa Popolare, ai Radicali-Forza Europa e, forse, a Campo Progressista di Giuliano Pisapia. A gelare Matteo Renzi, nel giorno della Direzione Nazionale del Pd, sono le stime sui risultati elettorali delle Politiche 2018 del sondaggista Renato Mannheimer (Eumetra Monterosa), intervistato da Affaritaliani.it.

Secondo le previsioni di Mannheimer per Affaritaliani.it, il Centrodestra unito vale tra il 34 e il 36% dei voti ed è nettamente la prima forza politica del Paese. Lontani i 5 Stelle guidati da Luigi Di Maio che si collocano tra il 26 e il 28%. Ancora più indietro il Partito Democratico+alleati che si ferma al 24-26%. La sinistra unita, ovvero Articolo 1-Mdp, Sinistra Italiana, Possibile e altre forze, vale tra il 7 e il 9%. Altri partiti o liste complessivamente sono intorno al 5%.

"Considerando la nuova legge elettorale (un misto tra maggioritario-uninominale e proporzionale con sbarramento al 3%, ndr) il Centrodestra non avrebbe ancora la maggioranza in Parlamento ma sarebbe molto vicino ad ottenere i numeri sia alla Camera sia al Senato per poter governare", spiega Mannheimer. Dopo le elezioni regionali in Sicilia e senza colpi di scena o svolte clamorose si conferma quindi che l'alleanza tra Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia ha la vittoria in mano e con una campagna elettorale azzeccata potrebbe anche ottenere la maggioranza in Parlamento. Poi si aprirà la sfida interna tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Al momento il Carroccio appare dinanzi di 1-2 punti rispetto al partito dell'ex Cavaliere.