M5S News

Caccia, M5s Lombardia: la Lega è una seria minaccia all’ambiente

Caccia, M5s Lombardia: la Lega è una seria minaccia all’ambiente

Milano, 20 mag. (askanews) – “La Lega è una seria minaccia per l’ambiente: se volessero veramente combattere l’invasione dei cinghiali, rafforzerebbero le guardie venatorie piuttosto che depotenziarle”. Lo ha detto Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia, commentando le parole dell’Assessore Fabio Rolfi sulla stagione venatoria e sull’eventuale proliferazione della fauna selvatica legata al lockdown. Per il portavoce “l’abbattimento dei cinghiali è solo un pretesto per fare un favore ai cacciatori. I numeri sono chiari: con la caccia di selezione non si risolve il problema, lo si amplifica. Fanno esattamente l’opposto di ciò che dovrebbero fare: in trent’anni Regione Lombardia non ha mai varato il Piano Faunistico Regionale previsto dall’art. 10 comma 12 della L. 157/92 e mettono a azzardo i cittadini di sanzioni miliardarie dall’Europa”.

“Ieri in Consiglio, con cinque pregiudiziali e diversi emendamenti abbiamo fatto il possibile per tutelare i lombardi: se martedì passerà la legge chiederemo l’impugnazione dinanzi alla Corte Costituzionale e alla Corte dei Conti e interesseremo subito l’Europa per l’attivazione della sanzione. La fauna selvatica è patrimonio dello Stato, e cioè di tutti i cittadini che non devono mettere mano al portafogli per pagare l’incapacità gestionale della Lega e le sue marchette elettorali”, ha concluso Verni.