M5S News

Lombardia, M5S: accreditare sanità privata solo se pari condizioni

Lombardia, M5S: accreditare sanità privata solo se pari condizioni

Milano, 9 set. (askanews) – “Ci pare logico che l’equiparazione delle condizioni economiche e contrattuali dei lavoratori privati venga messa come condizione per l’accreditamento e la contrattualizzazione delle strutture private”. Lo ha scritto in una nota Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5s in Lombardia, a proposito del rinnovo del contratto collettivo nazionale del personale dipendente della sanità privata. “L’assessore Gallera nel chiarire le modalità di finanziamento dell’incremento del contratto collettivo della sanità privata, ha spiegato che le somme in discussione per la sola Lombardia ammontano a circa dai 20 ai 40 milioni di euro. Sono somme importanti che per garantire un effetto sui bilanci dei privati non potranno solo dipendere da un ampliamento dei budget, ma richiederanno anche un aumento del costo delle prestazioni rese sia dalle strutture pubbliche che private” ha aggiunto.

“Prendiamo atto – ha continuato il consigliere – che l’intenzione è quella di soddisfare le legittime aspettative dei lavoratori e non ci sarebbe la volontà di fare un regalo alle strutture private”. “Penso si possa convenire che se dobbiamo usare risorse pubbliche per garantire la continuità aziendale dei privati si possa anche far dipendere l’accreditamento all’applicazione, per quanto ammissibile, del contratto collettivo della sanità privata” ha proseguito. “Invito l’assessore ad aggiornare la Commissione sanità sull’argomento e di poter valutare un ampliamento dei criteri di accreditamento a favore dei lavoratori della sanità privata” ha concluso Fumagalli.