M5S News

La prese di posizione del M5S, del gruppo Agesci e della scuola

Chi è l’autrice del post diffamatorio su Jole Santelli? Si tratta di un’attivista del Movimento 5 Stelle candidatasi nel 2017 come consigliere comunale a Genova, senza venire eletta. La donna era presente nella lista di Luca Pirondini, oggi capogruppo del M5S del consiglio comunale di Genova. Invitato a dire la sua sull’atteggiamento dell’ex candidata, Pirondini ha commentato: “Vergognoso”.

Una presa di posizione è arrivata anche dalla sezione genovese del Movimento 5 Stelle, che in un post pubblicato nella giornata di ieri ha comunicato:

Dello stesso avviso il gruppo Agesci, sempre dal territorio genovese, di cui l’autrice del post diceva di essere membro dalle informazioni sul suo profilo. Il gruppo scout Agesci ha pubblicato una nota:

Ad oggi, il profilo e il post dell’attivista pentastellata non esistono più. Esistono, tuttavia, gli screenshot della espressione incriminata e dell’anteprima del suo profilo. Arriviamo ora al punto della nostra analisi.

Il profilo rimosso e l’impossibilità di verificare

In primo luogo il M5S e i suoi rappresentanti specificano che l’autrice del post non era portavoce del movimento, trattandosi semplicemente di un’ex candidata mai eletta. Il punto, tuttavia, sta nel post della Pucciarelli contestato da tanti utenti.

Alcuni commentatori contestano la messa a confronto tra lo screenshot che mostra il profilo di P.C. e l’immagine-spot della sua candidatura. A giudicare dalle due immagini – sgranate, ma percettibili -sembrerebbero due persone diverse. Cambiano il colore e il taglio dei capelli, ma anche i tratti somatici rispetto all’immagine comparsa nella locandina elettorale, nonché la dentatura. Dettagli che non possiamo verificare nemmeno con gli strumenti di recupero cache, che non danno risultati dopo la rimozione del profilo e dunque del post originale. C’è chi sostiene che nell’immagine del profilo P.C. compaia in una foto di molti anni fa, una possibilità che giustificherebbe la differenza tra questa foto e quella comparsa quando era in corso la sua candidatura.

Resta un margine di dubbio, dunque, e per questo parliamo di “precisazioni”: i fatti sono riportati anche sulle testate ufficiali, e le prese di posizione di diverse realtà confermano la pubblicazione del post diffamatorio. Tuttavia non possiamo confermare che l’autrice del post e l’ex candidata siano la stessa persona, e soprattutto non avendo a disposizione una versione cache e del post e del profilo non possiamo confermare la notizia.