M5S News

Monte Porzio – Urbanistica, la posizione del M5S: “Siamo noi l’opposizione più agguerrita”

In seguito all’articolo pubblicato dalla nostra testata nei giorni scorsi riguardo all’ultima Commissione urbanistica MONTE PORZIO – Commissione urbanistica, tra Piano Regolatore, Piani Integrati e Piano Antenne: ecco come è andata il Movimento 5 Stelle puntualizza la sua posizione in una lettera che riportiamo di seguito.

Gentile direttore, nel vostro articolo, molto giustamente a mio avviso, è stato evidenziato che nel corso della seduta della Commissione Urbanistica, il dibattimento sia stato piuttosto “appiattito”. Ci aspettavamo molto di più anche noi, poiché a sollecitare per primi l’opinione pubblica con manifesti sul tema, siamo stati proprio noi. Il riferimento alle posizioni di forze extra consiliari come la nostra, che viene menzionato, poteva (e forse doveva) essere riportato, quantomeno per verità di cronaca e per dare spazio agli umori che animano i cittadini su tali tematiche (umori espressi principalmente attraverso i social). La verità però è che l’amministrazione non ha alcun interesse ad ascoltare le forze “extraconsiliari”, forze costituite sia da gruppi politici (M5S) ovvero da Associazioni di liberi cittadini come, ad es., il Comitato di Tutela e Salvaguardia dell’Ambiente di Monte Porzio Catone.

Guarda caso sono le 2 forze “cittadine” che hanno avuto un ruolo chiave nei ricorsi al TAR che vedono il Comune perdente (al netto di ricorso in appello). Se l’amministrazione avesse l’obiettivo del “bene comune”, che tanto proclama un giorno sì e l’altro pure, aprirebbe alla consultazione pubblica, esporrebbe con chiarezza i piani integrati e la valutazione costi-benefici. Non un mero riferimento al risanamento di bilancio attraverso pseudo progetti di “valorizzazione” che nella sostanza sono solo realizzazione di altri edifici residenziali a fronte di un necessario nullo di richieste di nuove residenze, considerata costante da almeno 10 anni la popolazione residente a Monte Porzio. Per non parlare, ma non credo che se ne preoccupino, dei prossimi impegni fino al 2030 di “sostenibilità ambientale, sociale e occupazionale”, impegni che tutte le amministrazioni dovranno osservare rigidamente a seguito di accordi europei e internazionali. L’amministrazione attuale sa perfettamente che l’opposizione più agguerrita poteva essere proprio la nostra. Converrà come sia inservibile ricordare anche qui (a costo di risultare pedante) che, se il Consigliere Riccardi si dimettesse, il M5S avrebbe di nuovo un suo Consigliere e le assicuro che le Commissioni Consiliari sull’Urbanistica avrebbero ben altri toni. Continueremo nel frattempo a sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso una CORRETTA informazione, coinvolgendo in maniera trasversale, e al di fuori di fini strettamente politici, tutti i cittadini, le associazioni, le organizzazioni ambientalistiche, i piccoli imprenditori, i commercianti del centro storico. Ci stiamo coordinando anche con il gruppo regionale che nel frattempo ha richiesto all’amministrazione l’accesso agli atti per il cosiddetto Piano Integrato “Pulcini”. Come vede, non siamo inattivi. Vi ringrazio infinitamente a nome di tutto il Gruppo M5S MPC per aver ricordato pubblicamente che siamo una forza extra consiliare. 
Adriana Cali – referente gruppo M5S Monte Porzio Catone