M5S News

Marino – L’Assessore Tammaro si è modesto. Resterà tra gli attivisti del M5S

Sono state ufficializzate da poche ore le dimissioni dell’Assessore ai Lavori Pubblici e alla Mobilità Adolfo Tammaro, del Comune di Marino. Le intenzioni sono state scritte in una lettera inviata lo scorso 12 ottobre al Sindaco Carlo Colizza. Delle deleghe di estrema importanza per un’Amministrazione, facendo anche riferimento ai tanti lavori iniziati da quest’ultimo e ancora in corso d’opera. Molte le motivazioni espresse dall’ormai ex Assessore riguardo le decisioni del suo allontanamento. Tra i tanti punti di criticità, Tammaro ha evidenziato il riordino della Polizia Municipale e la questione del rinnovo del vertice della Multiservizi. L’ex Assessore non ha mancato di sottolineare il fatto che spesso gli veniva additata una “insistenza critica”.

“Devo purtroppo prendere atto che alcune delle decisioni prese all’unanimità dalla Giunta nello scorso mese di Aprile e da me più volte sollecitate sono ancora inascoltate per tua soluzione (ndr. del Sindaco Colizza) autonoma e autoritaria.” – così scrive Adolfo Tammaro nella lettera di dimissioni.

“Mi rendo conto che la mia insistenza critica sia diventata un fastidio ma spero che questo mio atto dia il via ad un dibattimento politico intimo che sia punto di partenza per elaborare e proporre ai cittadini di Marino una nuova proposta politica che dia spazio alle migliori energie di senso civico e amore per il territorio.”

Molte le opere messe in campo da Adolfo Tammaro in questi 4 anni di legislatura, e tanti i lavori di risanamento svolti sul tutto il territorio del Comune di Marino. Dalla realizzazione di nuove rotatorie, fino alla creazione di percorsi pedonali, e molte altri lavori a cui l’Assessore si è sempre dedicato in prima persona.

“E’ mia volontà restare a disposizione per favorire in ogni modo il passaggio di consegne e pieno supporto al nuovo Assessore che sarà nominato relativamente ai diversi lavori ancora in corso.”

Ancora in corso sono infatti i lavori alla Casa dei Servizi di Via Morosini, nonché l’apertura del nuovo tratto nella strada, e le trattative con le Ferrovie di Stato per la realizzazione dell’allungamento della banchina nella stazione di Santa Maria delle Mole. In lavorazione è anche il parcheggio di scambio a Piazza Luciani e la lunga battaglia con la Commissione Aeroportuale di Ciampino per impedire l’attuale rotta di decollo. Su quest’ultima questione, Tammaro era stato uno dei grandi difensori delle frazioni marinesi più colpiti dall’inquinamento acustico della nuova rotta di decollo degli aerei, e ne aveva dato prova durante la manifestazione a Santa Maria delle Mole al fianco del CRIAAC.

“Resterò anche nel gruppo degli attivisti del Movimento 5 Stelle che spero torni ad essere luogo di accoglienza per la società civile che vuole avvicinarsi alla politica locale e che ritengo la sede principale per far avanzare quel processo di rinnovamento e crescita della nuova classe politica di Marino che temo si sia arrestato per troppe decisioni di vertice e poco condivise.”

A pochi mesi di distanza dalle elezioni amministrative di Marino, che si terranno nella primavera del 2021, Adolfo Tammaro ha dunque preso la sua soluzione. A commentare l’uscita di scena dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici è stato Marco Comandini, esponente marinese di Leu.

“Voglio ringraziare ufficialmente Adolfo Tammaro per aver messo online la lettera delle sue dimissioni – ha scritto Comandini sul suo profilo Facebook – è stato coerente e non si nascosto dietro un dito, come solitamente fanno la stragrande maggioranza dei suoi colleghi e parlo in generale senza nessun riferimento locale.”

“Io spero che quest’atto serva a far maturare il Movimento 5 Stelle e lo dico senza ironia o polemica – continua Comandini – troppo spesso almeno da fuori si percepiva troppo verticismo, evidentemente non ero troppo lontano dalla realtà. A Marino c’è bisogno di forze sane e vicine ai cittadini, c’è bisogno di discutere e sempre ed alla luce del sole, di ascoltare ed affrontare e risolvere i molti problemi che ci sono sul tavolo. Una volta si diceva “dalla parte dei cittadini”…”

Ancora nessuna dichiarazione ufficiale da parte del Sindaco Carlo Colizza, né da altri membri dell’Amministrazione.