M5S News

Monte Porzio – Riccardi contro Pd, il “suo” ex M5S e il placet dei “senatori”: “Ma come, v’eravate tanto odiati?!”

Prosegue il lungo scontro nato nei giorni scorsi tra Urbanistica partecipata e Pulcini sui Piani integrati. Scontro che ormai si è spostato su un piano meramente politico e ieri si è arricchito di una replica dell’assessore Primavera.

Si è aggiunto nelle scorse ore l’attacco di Riccardi, indirizzato non solo nei confronti della politica locale. Una dura invettiva lanciata sulla sua pagina Facebook dal consigliere Giordano Riccardi, eletto prima tra le fila del Movimento 5 Stelle ed entrato in Consiglio dopo le dimissioni di Andrea Galati. Un M5S che poi ha abbandonato per aderire alla maggioranza di Pulcini. Un j’accuse alla monteporziana con un bel “#tana pe lori” riferito al neonato gruppo civico “Urbanistica Partecipata” che raccoglie al suo intimo anime civiche e politiche. È verso queste ultime componenti, sostanzialmente Partito Democratico e M5S, che il giovane consigliere rivolge le sue accuse, parlando di “tira fili dall’alto” dei due partiti politici che oggi siedono insieme tra i banchi di governo. Ovvio il riferimento ai senatori locali Emanuele Dessì (M5S) e Bruno Astorre (Pd) che, dopo campagne elettorali al vetriolo affrontate da acerrimi nemici, ora governano insieme e hanno sdoganato collaborazioni fino a qualche anno fa mai neppure contemplate, come ad modello avviene nella vicina Frascati ormai da tempo.

Fa sorridere però e questo si permetta per diritto di critica, compartecipe probabilmente la giovane età e l’immaturità politica, che a imputare di incoerenza Pd e 5stelle sia proprio un consigliere che oggi siede in maggioranza dopo essere stato eletto tra le fila della minoranza e con uno dei partiti che oggi accusa di incoerenza. Sicuramente un gesto di audacia da parte di Riccardi, che piano piano imparerà che in politica il trasformismo è pane quotidiano e alla portata di TUTTI. Proprio tutti.

“É nato – scrive Riccardi nel suo lungo post – un nuovo fronte comune a Monte Porzio Catone, alimentato dalla voglia di strumentalizzare argomenti e di confondere i cittadini cercando disperatamente consensi, oggi in tema ambientale e urbanistico domani chissà, da parte del fu Partito Democratico locale (i soliti noti), del fu MoVimento 5 Stelle locale (quel che ne rimane) e da due associazioni a loro strettamente collegate; un gruppo politico così definito “civico” ma camuffato dietro ad uno pseudo e finto civismo chiamato “URBANISTICA PARTECIPATA”.

Uno scenario il suddetto, al quanto prevedibile. Sulla scia dei movimenti del panorama politico nazionale difatti, anche a Monte Porzio Catone purtroppo é stato compiuto lo stesso identico “sfregio” da parte di un movimento nato per combattere “i poteri forti”. I “tira fili” dall’alto hanno dato il via libera. Si può fare anche qui, i tempi sono maturi nonostante l’avversario politico, il Partito Democratico, (ma come v’eravate tanto odiati?!) sia quello storico e acerrimo di sempre. Si può convergere sui temi e battagliare insieme.
Tutto ciò oggi, dopo un anno e mezzo dalle elezioni amministrative, appare così ovvio e scontato a chiunque segua da vicino le dinamiche della politica monteporziana, in quanto i due partiti, così apparentemente diversi ma così sfacciatamente identici, hanno semplicemente ufficializzato oggi la loro “unione” ma l’obiettivo, badate bene, per qualcuno che muove le fila “dietro ad una vetrina” nel fu MoVimento 5 stelle, a quanto pare era già chiarissimo e delineato subito dopo le elezioni del 26 Maggio: FARE FRONTE COMUNE ANCHE A MONTE PORZIO CATONE.

Ed eccoli qui, insieme spudoratamente a cercare di contrastare l’operato dell’Amministrazione Pulcini, confondendo i cittadini monteporziani su temi importanti e sensibili quali Ambiente e Urbanistica.
Monte Porzio Catone ha bisogno oggi di gente libera di pensare e di agire, che abbia la possibilità di muoversi al di fuori degli steccati politici e che si impegni concretamente mettendoci la faccia, senza nascondersi dietro a pseudo associazioni civiche collegate a partiti.
A questi “incantatori di serpenti”, oggi finalmente smascherati, posso solamente augurare loro di avere tanta pazienza e soprattutto un buon fegato, ne avranno veramente bisogno. L’Amministrazione Pulcini, composta da una squadra solidissima e determinata a risollevare le sorti della nostra amata Monte Porzio Catone, caduta nel baratro (dissesto finanziario) a causa dell’ormai accertata incompetenza e della spaccatura precoce della passata amministrazione targata Partito Democratico (i primi a portare il commissario prefettizio a Monte Porzio Catone nella storia del paese) va avanti inesorabile e spedita con lo sguardo puntato fisso sull’obiettivo.
Personalmente poi mi si viene a dire di aver tradito l’elettorato, quando qui si é concretizzato qualche cosa di vergognoso, un’unione con chi ha affossato Monte Porzio Catone, un’unione con quegli storici rivali di sempre che coerentemente attaccavate duramente nei quasi 5 anni passati in opposizione. Oggi peró, siete la stessa cosa. Un tutt’uno. Smascherati.”