M5S News

M5s, Giarrusso: "Per boss sono pericoloso?Appreso da giornali"

"Nelle intercettazioni in carcere del boss stragista Graviano vengo definito pericoloso. Ma è possibile che una cosa così grave la debba apprendere da un giornale?". Lo afferma su Facebook il senatore del Movimento 5 Stelle, Mario Michele Giarrusso che rivela, riprendendo l'articolo di un giornale, di essere citato nelle intercettazioni del boss di cosa nostra Graviano. "Io ho fatto il mio dovere di portavoce e non sarà certo Graviano ad intimidirmi. Certo però - commenta Giarrusso - che chi doveva almeno avvisarmi non lo ha fatto. Ma noi andiamo avanti: nella notte ci guidano le Stelle".

Il Movimento 5 Stelle all’Ars esprime solidarietà al senatore: “Mario Giarrusso è colpevole di avere inasprito le pene ai detenuti mafiosi - dicono i deputati - ebbene, è ovvio che quella che per i delinquenti è una colpa, in realtà è una medaglia, un vessillo di legalità da sventolare con orgoglio. Con i suoi emendamenti, il collega senatore del Movimento 5 Stelle ha determinato l'aumento della pena da 20 a 27 anni per l'associazione a delinquere di stampo mafioso per i capi, guidando alla revisione dell'ergastolo ostativo per mafia, per il quale non spetta alcun beneficio. Intercettazioni come quella del boss Graviano, così come quelle dei mafiosi che si lamentavano dell'impermeabilità alle infiltrazioni mafiose del comune di Bagheria con la reggenza del sindaco 5stelle Patrizio Cinque, dimostrano che i portavoce del M5S sono sempre dall’altro lato della barricata e sono le cronache a parlare più delle parole". "Al Senatore Mario Michele Giarrusso - concludono i deputati - esprimiamo la nostra adiacenza e appoggio, certi che episodi del genere non intaccheranno minimamente la sua ferrea determinazione a combattere la criminalità e il malaffare”.