M5S News

Comunali Reggio, Il M5S getta la spugna sul Polo civico: ‘Egocentrismo e incapacità di associazione’

“Il Movimento 5 Stelle, con i suoi cittadini reggini prestati alla politica che lavorano ogni giorno perseguendo il solo obiettivo di fare vivere meglio altri cittadini reggini, definirà in questi giorni un possibile (anzi probabile) tragitto politico autonomo con il proprio candidato sindaco Fabio Foti, una lista di 24 candidati consiglieri ed un dettagliato programma in 10 punti. Per trasformare - finalmente - Reggio Calabria in una città semplicemente... normale”.

Il Movimento 5 Stelle getta lo spugna. O quasi. Il progetto di costituire un Polo civico, sacrificando la propria candidatura a sindaco, non ha prodotto alcun risultato. Il tempo scorre inesorabile, e il voto del 20 e 21 settembre si avvicina sempre di più, insieme alla scadenza per la presentazione delle liste.

Il rammarico è forte nel Movimento 5 stelle, il cui appello assume ora le sembianze di un aut aut. Il tempo insomma sta per scadere, e i pentastellati non usano mezzi termini per descrivere ciò che sta succedendo con un caustico “teatro dell’assurdo”.

Il meet up reggino nel descrivere lo scenario politico che attualmente disegna le linee delle amministrative nell’unica città metropolitana italiana chiamata al voto il 20-21 settembre evidenziano come siano in campo due candidati sindaco espressione degli schieramenti tradizionali del centrodestra (ancora in cerca di un nome in grado di coagulare attorno al suo asse le diverse anime che lo compongono) e del centrosinistra (con il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà a capo di una variegata congrega di sei liste civiche alle quali si aggiungeranno, forse, altrettante liste politiche), e poi, da numerosi candidati sindaco espressione di movimenti civici, più o meno puri:e solamente il Movimento 5 Stelle reggino, “convinto assertore del principio che solamente creando un polo civico trasversale in grado di essere rappresentato da un candidato sindaco di sintesi (scelto tra le figure già scese in campo oppure selezionato ex novo) si abbia la possibilità di essere percentualmente competitivi nella corsa a Palazzo San Giorgio", ha da tempo cercato di intavolare con i diversi attori civici articolate interlocuzioni.