M5S News

Miceli (M5S): “Sulla Legnochimica solo parole e pochi fatti

, consigliere comunale di Rende del Movimento 5 stelle. Per il consigliere la riunione svoltasi alla cittadella regionale è stato “ennesimo nulla di fatto”, e in particolare “

. D'altronde il Comune di Rende aveva già tentato ad aprile 2016 di inserire il sito nel Piano Regionale delle Bonifiche. La Regione ha risposto il mese dopo, ricordando che bisognava preventivamente iscrivere i terreni contaminati agli oneri reali (che, ricordiamo, incide in senso riduttivo sul diritto di proprietà e diminuisce la commerciabilità economica del bene, includendo nel suo valore di mercato il costo della bonifica) e costituire presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari il privilegio speciale immobiliare (che, ricordiamo ancora, comporta una preferenza del titolare del privilegio in sede di esecuzione forzata sui beni del debitore inadempiente).

Soldi che sarebbero potuti servire per la redazione di un piano di caratterizzazione, considerando anche che i Vigili del Fuoco di Cosenza avevano ordinato l’uso di schiume, e non di acqua, per lo spegnimento di eventuali incendi, per evitare che gli agenti inquinanti percolino ulteriormente nel sottosuolo, contaminando le falde.

della vicenda ed esaltando una azione amministrativa sterile o nulla come un grande successo”.