M5S News

M5S, gli attivisti lanciano la petizione: «Anche Corato sia plastic free»

l Meetup Movimento Corato 232 aderente al M5S, invita l'amministrazione di Corato a partecipare alla "Plastic Free Challenge" lanciata dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa, che dal 4 ottobre eliminerà le plastiche superflue dal proprio ministero.

Il Ministro Sergio Costa ha chiesto inoltre ad ogni ente pubblico e ad ogni istituzione di fare altrettanto, iniziando una sfida virtuosa con il Presidente della Camera Roberto Fico e il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio.

«Abbiamo depositato una istanza che ha tre obiettivi: diffondere sui propri canali social l'hashtag corrispondente, al fine di sensibilizzare i cittadini sul tema; intraprendere un tragitto con obiettivi annuali precisi, per ridurre al minimo la presenza della plastica all'intimo del Comune di Corato e rendicontarne annualmente i traguardi al Consiglio comunale.
A nostro avviso le istituzioni devono dare il buon modello. Ogni piccolo e grande impegno per liberarci dalla plastica è sicuramente sinonimo di un cambiamento culturale e ambientale che dobbiamo necessariamente perseguire per il bene delle future generazioni» scrivono gli aderenti al Movimento.

Per questo motivo il Meetup Movimento Corato 232 ha deciso di sensibilizzare il comune di Corato raccogliendo firme mediante petizione, affinché l'amministrazione attivi i divieti previsti all'intimo degli Uffici Comunali e negli affidamenti pubblici al fine di contenere al massimo il consumo di plastica nell'ambito cittadino.

A Corato la petizione potrà essere sottoscritta tutte le domeniche di ottobre dalle ore 18:00 alle ore 22:00 su Via Duomo. Sarà presente anche la portavoce nazionale del Senato Angela Bruna Piarulli e gli attivisti del M5S.
"Il M5S auspica che non siano le logiche partitiche a prevalere, ma che l'Amministrazione, che si definisce ambientalmente virtuosa, possa accogliere questa proposta nel solo interesse dei cittadini".