M5S News

Gentiloni: «Nessun Paese è al sicuro, ma non ci arrendiamo al terrorismo»

e elezioni comunali di giugno hanno rappresentato, come di consueto, una sorta di ordalia e anche il dibattimento post-elettorale ha seguito il copione usuale: tra i diversi esponenti politici, infatti, il senso del risultato uscito dalle urne nonché le presunte motivazioni di voto degli elettori sono risultati tutt’altro che univoci. E ciò è accaduto anche all’intimo degli stessi partiti o tra partiti appartenenti alla stessa area. Si è assistito a una sorta di gioco delle parti: c’è chi ha utilizzato toni trionfali, chi ha minimizzato un esito negativo, chi ha drammatizzato. Quasi sempre in modo apodittico, senza lasciare spazio a dubbi.

Ma chi ha vinto secondo gli italiani? La maggioranza relativa degli intervistati (37%) assegna la vittoria a tutto il centrodestra nel suo insieme e a costoro si aggiunge il 14% che indica Berlusconi e il 9% Salvini; a seguire il 24% ritiene che abbia vinto l’privazione, indice di disaffezione dei cittadini nonostante si trattasse delle elezioni comunali, cioè quelle più prossime agli interessi dei cittadini. Chiudono la graduatoria il Movimento 5 Stelle e Renzi, citati rispettivamente dall’11 e dal 5%.