M5S News

ABBONATI SUBITO PER TE IL PRIMO MESE GRATIS!

Leggi illimitatamente tutti gli articoli del sito

Il presidente di Rousseau non partecipa al «convegno» del M5S e, d’intesa con Di Battista, chiede che vengano resi noti i voti presi dai partecipanti all’iniziativa

«Leggendo il documento di guida della discussione del primo giorno, registro che molte decisioni sono già state date per acquisite e si chiedono solo i dettagli. Su altre, come la questione sul vincolo dei due mandati l’indicazione dai territori è stata chiara, ossia che rimanga intoccabile, ma al primo punto del documento guida si indica esplicitamente di dibattere su eventuali deroghe da adottare». Davide Casaleggio non partecipa agli Stati generali del Movimento 5 Stelle («Mi hanno invitato. Ho deciso di declinare perché ritengo che se ci sono delle regole di ingaggio, queste debbano essere rispetta») ma via Facebook fa sentire comunque la sua voce, che non è quella di un attivista qualsiasi. E non usa mezzi termini per spiegare che considera l’iniziativa preconfezionata e con un esito già scontato. «È già tutto deciso» è la sintesi del pensiero del figlio del fondatore nonché presidente dell’associazione Rousseau.