M5S News

"Una mafiosa in meno" dopo morte Santelli, M5s: "Castellaro vergognosa, mai più candidata con noi" - DIRE.it

ROMA – “L’esternazione di Paola Castellaro, che peraltro non ha mai ricoperto nessun ruolo nel M5S, sono state vergognose, inqualificabili e ripugnanti. Non essendo una nostra portavoce, ma semplicemente una persona che in passato si è candidata per diventarlo, abbiamo chiesto che non possa mai più candidarsi con il M5S. Non ci rappresenta e certamente non rappresenta il nostro spirito”. Lo scrive il capogruppo regionale in Liguria, Fabio Tosi, alla luce del post su Facebook (“Evvai, una mafiosa in meno!“) in cui ieri Paola Castellaro, docente genovese che si definisce attivista M5s, esultava dopo la morte di Jole Santelli.

Tosi aggiunge: “La tragica morte della presidente della Calabria Jole Santelli ha lasciato sgomenti tutti noi. Santelli ha combattuto a testa alta una malattia terribile, dimostrando forza e coraggio. Ha perso la sua battaglia. Ci stringiamo alla sua famiglia in questo momento così doloroso”.

IERI IL POST SU FACEBOOK POI RIMOSSO

Questo il post pubblicato ieri su Facebook da Castellaro: “Evvai! Una mafiosa di meno!!! Speriamo chiami Silvio, Giorgio, Sergio, ecc.ecc.”. A sollevare il caso è stata Monica Pietropaolo, attivista di Fratelli d’Italia e presidente del Circolo Giorgia Meloni presso il V Municipio di Roma, che lo ha condiviso sulla sua pagina. Il post di Castellaro, che sui social si definisce “la prima attivista genovese dai tempi degli ‘Amici di Beppe Grillo’, era stato rimosso nella giornata di ieri. La docente alle elezioni comunali di Genova del 2017 risultava candidata come consigliera comunale nella lista M5s a sostegno di Luca Pirondini.