M5S News

M5S: “Dalla Gad alla tragedia Bartolucci, il sindaco dovrebbe dimettersi”

L'attacco dei pentastellati: "Tagliani chieda scusa ai ferraresi per la sua incapacità di gestire la crisi sociale di questa città"

“Non prendiamoci in giro: i Daspo urbani non risolvono i problemi di sicurezza della città, la gestione dell’emergenza migranti non funziona, i cittadini bisognosi vengono dimenticati”.

È un pot–pourri di critiche quello che il Movimento 5 Stelle di Ferrara riserva al sindaco Tiziano Tagliani, che “oggi dovrebbe dimettersi chiedendo scusa ai ferraresi per la sua incapacità di gestire politicamente la crisi sociale di questa città, così manifesta in questi eventi. Chiedere scusa a tutti e andarsene”.

Gli eventi a cui fanno riferimento i pentastellati spaziano dalle criticità in zona Gad alle problematiche legate all’immigrazione fino alla tragedia che ha coinvolto la famiglia Bartolucci. Un pot–pourri, appunto.

“Nell’ultimo consiglio comunale la maggioranza, con un voto favorevole anche delle opposizioni – escluso il Movimento 5 Stelle (che si è astenuto, ndr) – votava il nuovo “daspo urbano” come strumento di risoluzione ai problemi di sicurezza della città” ricorda il movimento pentastellato.

“Oggi leggiamo di spaccio in centro storico, risse con decine di persone coinvolte in Gad e della dolorosa scelta di un cittadino ferrarese di uccidersi portandosi dietro la famiglia perché non aveva più una casa dove poter vivere – prosegue il M5S -. Aggiungiamoci anche l’enorme quantità di denaro pubblico deviato per gestire un’emergenza migrante (e che chiaramente non funziona, visti i risultati) mentre i cittadini bisognosi vengono dimenticati e non ugualmente tutelati”.

“Ora ci chiediamo, dov’era quella stessa maggioranza che ci ha deriso in questi ultimi anni quando questi fenomeni crescevano senza controllo? Dov’è oggi il Pd che diceva che la criminalità a Ferrara è in calo? Dove sono? – incalzano i grillini -. C’è un principio di legalità e di rispetto morale che doveva essere seguito e che non è stato per nulla considerato. E oggi siamo allo sfacelo di una meravigliosa città che si merita di meglio e di più da chi la governa”.