M5S News

Pizzarotti: 'Mes, per il M5S è solo un pretesto per alzare la voce'

Più che "una posizione irremovibile" la questione sollevata dai Cinque Stelle sul Mes «può essere un pretesto per alzare la voce, come è successo anche quando governavano con la Lega, e alla fine loro hanno sempre trovato delle soluzioni di comodo, raccontate come volevano». Ne è convinto il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, che nel 2013 ha lasciato il Movimento e oggi fa parte di Italia in Comune. 
«Il fatto che l’Europa abbia concesso un po' più di tempo mi fa dire che tutti loro vogliono salvarsi e quindi rimanere lì - ha detto all’ANSA Pizzarotti, che ha presentato il suo libro 'Il meglio deve ancora venire' alla Mondadori Duomo assieme al sindaco di Milano, Giuseppe Sala -. Vero è che è un clima che non aiuta ad avere una pianificazione strategica corretta, relazioni di governo chiare, nè a dare un’impressione che l'Italia abbia una sua stabilità dal punto di vista economico. Poi ci sono dei riflessi del loro bisticcio che vanno al di là della fase politica e giornalistica, mi dispiace che loro non lo capiscano». 
Il sindaco di Parma ha poi spiegato che nelle dinamiche di questi giorni secondo lui «non ha nessun peso» Alessandro Di Battista. «Nei momenti più caldi torna, sennò neppure uno si ricorda che esisteva. Ha sempre fatto la parte mediatica, il comunicatore del gruppo, non tanto il lavoratore in termini politici perchè non ha fatto quasi niente. Ma non penso - ha concluso Pizzarotti - che abbia un peso reale nella politica italiana».