M5S News

Beppe Grillo: "M5s non voterà legge su ius soli al Senato"

Il leader del MoVimento annuncia l'privazione sulla legge per dare la cittadinanza alla seconda generazione di immigrati

Il Movimento 5 Stelle non voterà in Senato la legge sullo ius soli per dare la cittadinanza alla seconda generazione di immigrati. Lo annuncia un post sul blog che dice: M5S si esprimerà con un voto di privazione, coerentemente come è stato fatto alla Camera. Anche se al Senato l'privazione equivale a un voto negativo.

"Quando l'Europa serve non c'è", accusa il Movimento che, in materia di immigrazione punta il dito anche contro il Pd e i partiti temendo che il dibattimento su una materia così delicata venga strumentalizzato da "becere derive propagandistiche" e denuncia: ci propinano un "pastrocchio all'italiana".

"Quando si tratta di grandi temi, là dove si dimostra di essere o meno una comunità, ciascun Paese si chiude nei propri confini e viene meno alle sue responsabilità - si legge infatti - Abbiamo indicato più volte che la gestione del fenomeno migratorio è questione europea, abbiamo preteso che tutti gli stati facessero la loro parte per l'accoglienza, ma siamo ancora al punto di partenza.

In questo quadro desolante il Pd pretende di portare in aula al Senato un disegno di legge contrabbandato per 'Ius Soli', cioè il riconoscimento del 'diritto di cittadinanza in base al luogo di nascita'", si legge..

"Tenuto nel cassetto per due anni da una maggioranza contro natura, che temeva scossoni al suo intimo, oggi viene tirato fuori per dare un minimo contentino alla sinistra che Renzi torna a blandire, mentre coltiva l'eterno inciucio con il Pdl. Discutere di Ius Soli oggi avrà come unica conseguenza che il dibattimento pubblico, su un tema così delicato, sarà deviato ed inquinato da becere derive propagandistiche, sia di destra che di sinistra, sventolato come un vessillo per radunare le proprie truppe e accusare gli avversari con motivazioni contrapposte, ma per nulla meditate e razionali", prosegue il post.