M5S News

Pensioni, sforbiciata di Di Maio: M5S taglia (ancora) l'assegno

Prima dovevano essere solo quelle dai 5mila in su. Poi la soglia si è abbassata su un vago 4-5mila euro. E ora la tagliola del M5S arriva fino a quota 4mila euro. L'annuncio è stato dato stamattina da Luigi Di Maio, durante l'intervento a Uno Mattina. La sforbiciata è in arrivo per le pensioni "anche sopra i 4.000 euro, per coloro che non hanno versato i contributi a sufficienza". "L'obiettivo - ha detto il ministro allo sviluppo economico - è quello di tagliare le pensioni d'oro per ridare alle minime".

". Oggi, invece, la soglia si è abbassata a 4mila euro. Almeno nell'ideale del grillino.

Intanto, sul fronte del taglio ai vitalizi, Di Maio stamattina si è lasciato andare ad un inarrestabile entusiasmo. "Oggi è giornata storica - ha detto sempre a Unomattina - almeno per il simbolo che rappresenta questa soluzione che dopo oltre 30 anni sancisce un principio chiaro, se hai versato i contributi allora il vitalizio ti spetta, se non hai versato no". Il grillino rivendica di essere riuscito in 100 giorni a tagliare quello che "avevano sempre detto che non si poteva fare". Nei giorni scorsi si è parlato di uno "scambio" politico tra Lega e M5S: il taglio ai vitalizi, che il Carroccio stava pensando di frenare, in cambio del via libera grillino alla reintroduzione dei voucher in agricoltura. Il ministro Gianmarco Centinaio smentisce, ma proprio oggi - guarda caso - Di Maio ha detto che i voucher "vanno ripristinati per specifiche mansioni e tempistiche. Quindi per i lavori domestici e per il settore agricolo. Per il turismo si vedrà".