M5S News

La Siracusa-Gela. M5S: In cima alle nostre attenzioni. Basta altri rinvii. Ottobre, mese decisivo per il Cas

“La storia della Siracusa-Gela ha veramente dell’inammissibile, se ne parla dalla fine degli anni sessanta e siamo ancora arrivati alle porte di Ispica. Certamente le responsabilità sono spalmate su decine di governi del passato, non c’è dubbio, ma anche il governo regionale attuale non può di certo sentirsi esente dei vari ritardi causati da inghippi che forse si sarebbero potuti affrontare in maniera più oculata”.

Ciò, sia per quanto riguarda i lotti 6+7, ovvero il completamento dei lavori da Rosolini a Ispica che aveva come scadenza il 31 agosto e che invece avverrà solo il 25 novembre prossimo, che per il lotto 8 inerente il completamento della tratta fino a Modica che è prevista dal Cas e dal governo Musumeci per fine febbraio 2022”.

“Ebbene gli Uffici europei contestano questa ulteriore spalmatura di scadenze. Secondo la loro nota i lavori si sarebbero dovuti completare integralmente il 31 agosto scorso e non più avanti, anche perché ritengono di aver già concesso alla nostra Regione la possibilità di recuperare i mesi “di fermo lavori” dovuti alle già note vicende Cas-Condotte. Fatto sta che il dipartimento di programmazione entro lunedì 12 ottobre dovrà dare riscontro alla nota degli Uffici europei stessi. Ovviamente, nel riscontro dovrà essere anche convincente visto che la procedura avviata tiene in ballo ben 47 milioni di euro e, soprattutto, bisognerà dare date certe e garanzie inoppugnabili”.