M5S News

M5S, processo Favia:
Grillo citato come teste | Il Mattino

Ci sarà anche Beppe Grillo a testimoniare al processo Favia. Chi è Favia? Prima di Luigi Di Maio, c'era Giovanni Favia. Era lui dieci anni fa l'enfant terrible, il delfino, il ragazzo miracolo del Movimento 5 stelle con cui si era candidato sindaco a Bologna nel 2009 e poi alla presidenza dell'Emilia Romagna. Favia è stato poi bandito nel 2012 quando ha partecipato alla trasmissione televisiva Servizio pubblico e pronunciò delle critiche nei confronti del cofondatore del Movimento, Gianroberto Casaleggioun. Quelle parole furono trasmesse come fuori onda in tv scatenando una tempesta. A Favia fui impedito di utilizzare il logo del Movimento e fu denunciato per diffamazione.

Beppe Grillo dovrà comparire come testimone nell'udienza del prossimo 22 novembre a Roma. Davanti al giudice monocratico verrà ascoltato, sempre come testimone, anche Massimo Artini, ex parlamentare bandito dal Movimento dopo una consultazione online nel 2014. Favia venne querelato per diffamazione da Gianroberto Casaleggio (poi scomparso) per aver criticato la mancanza di trasparenza nei legami tra la Casaleggio Associati e il blog di Beppe Grillo. Nel procedimento si è costituito parte civile Davide Casaleggio