M5S News

Roma, M5S ci ripensa sulla delibera degli ambulanti: ok a mozione per modificarla

Con 28 voti favorevoli e 1 astenuto l’assemblea capitolina ha approvato la mozione di maggioranza, di cui è primo firmatario il presidente della commissione Commercio, Andrea Coia, e che prevede la modifica della tanto discussa delibera d’assemblea n. 30/2017 che ha istituito un nuovo regolamento per le attività commerciali su suolo pubblico. A seguito dell’approvazione della delibera, elaborata dallo stesso Coia, sono state numerose le proteste di ambulanti e urtisti che hanno manifestato in particolare contro l’ultimo comma dell’articolo 36, il quale, recependo la direttiva europea Bolkestein, che impone la messa a bando delle licenze, definiva la decadenza, a partire dal 31 dicembre 2018, delle autorizzazioni dei rotativi, ovvero gli ambulanti itineranti che conta circa 1.300 licenze su Roma. «A seguito del problema che è stato sollevato dalle associazioni di categoria - ha spiegato Coia illustrando la mozione in Aula Giulio Cesare - e che riguardava la decadenza delle autorizzazioni di locazione, che avrebbe generato la perdita del titolo per moltissimi: abbiamo riconosciuto questo errore dando il via quindi a dei colloqui, in cui ci siamo detti disponibili a modificare questo punto e avviare una trattativa per l’ascolto delle associazioni anche per quanto riguarda tutte le altre osservazioni». 

La mozione, come si legge nel testo approvato in assemblea, prevede un «impegno per la sindaca e la Giunta ad attivarsi affinché il regolamento delle attività commerciali sulle aree pubbliche, approvato con deliberazione 30/2017, sia modificato per quanto concerne la espressione: le autorizzazioni di cui al presente articolo decadranno alla data del 31/12/2018 salvo ulteriori deroghe previste da successiva normativa garantendo i posti di lavoro degli operatori delle rotazioni attraverso un progetto di riordino delle stesse e di tutti i posteggi fuori mercato per il rispetto del decoro, del piano generale del traffico urbano, del regolamento viario, dell’ordine e della saluta pubblica». «Dalla notte stessa in cui abbiamo approvato la delibera - ha spiegato Coia - ci sono stati almeno tre incontri con le associazioni di categoria in cui abbiamo affrontato vari temi, alcune delle osservazioni presentate sono accoglibili altre non potranno essere comprese nella proposta politica del M5S. Stiamo portando avanti dei tavoli perché riteniamo che la partecipazione debba essere fatta e sia utile alla cittadinanza e agli operatori. Oggi dimostriamo la volontà di procedere alla modifica della delibera 30/2017 ed accogliere elementi positivi di modifica. Oggi presentiamo questa mozione per dimostrare che teniamo fede alla parola data».