M5S News

Piazza Affari, il contratto M5S-Lega fa crollare Mps. Si allenta lo…

Alla fine di una seduta segnata da continui cambi di passo e oscillazioni attorno alla parità, Milano ha terminato in modesto rialzo (+0,29%), con la performance peggiore in Europa. Positive infatti le altre piazze principali, con Parigi a +0,98% (al livello più alto dal 28 dicembre 2007), Francoforte a +0,91%, i massimi da febbraio, a Madrid a +0,83% . Londra ha chiuso al record storico in rialzo dello 0,7%. A irritare Piazza Affari sono state ancora le incertezze politiche, mentre prosegue la girandola di indiscrezioni e smentite sui progressi dell'accordo di Governo tra Lega e Movimento 5 Stelle e, soprattutto, sul nome del possibile presidente del Consiglio. Segnale tangibile delle perplessità del mercato è l'ampliamento dello spread tra BTp e Bund, che si è allargato nel corso della seduta fino a 158 punti, per poi assestarsi in area 150 punti. Proprio questo ha affossato le banche, in generale calo. La peggiore è stata comunque Banca Mps (-8,86%), schiacciata dalla possibilità che un Governo Lega-M5S «ridefinisca gli obiettivi» dell'istituto, ovvero faccia mancare supporto al piano di ristrutturazione.