M5S News

M5S, un Red Carpet “ecologico” per il depuratore di Cornigliano

Genova - I consiglieri “grillini” di Regione, Comune e Muncipio Medio Ponente, Alice Salvatore, Luca Pirondini e Bartolomeo Costanzo, hanno steso un red carpet sul ponte di Cornigliano «perché a quanto pare è l’unico modo per avere l’attenzione del presidente Toti e dei suoi uomini è la presenza di un tappeto rosso», ha detto ironicamente la Salvatore.

Motivo? Portare all’attenzione di giunta regionale e comunale il disastro ambientale del depuratore di Cornigliano. L’M5S ha realizzato un video con interviste ai cittadini della Valpolcevera esasperati dal malfunzionamento del depuratore, che negli ultimi 2 mesi è definitivamente andato in tilt, provocando un disagio ai limiti della sopportazione per i miasmi e il materiale inquinante disperso in mare, che pare abbia anche provocato una morìa di pesci.

«Abbiamo già fatto un interrogazione in consiglio Comunale e una nel Municipio Medio Ponente, speriamo - ha detto Pirondini, capogruppo dell’M5S in consiglio Comunale - che adesso che l’emergenza del bilancio e di Amiu sono alle spalle, la giunta Bucci si occupi immediatamente di questo enorme disastro ambientale in pieno centro città».

La Salvatore ha concluso dicendo che «ci aspettiamo che il comitato di coordinamento regionale per la rete idrica, al cui intimo c’è l’assessore all’Ambiente della giunta Toti, svolga finalmente (e concretamente) il suo ruolo di monitoraggio e vigilanza: il depuratore di Cornigliano deve funzionare a regime una volta per tutte. Iren, con Mediterranea delle Acque, va sanzionata per questo grave disagio. La Regione intervenga come non ha mai fatto in questi due anni di governo».