M5S News

Svolta nell’M5S: per i collegi uninominali anche candidati non iscritti

Roma - Per i collegi uninominali potranno proporre la candidatura anche persone della società civile, non iscritte al Movimento 5 Stelle, che si sono distinte sul territorio per la loro professionalità e competenza e che si sono avvicinati al Movimento: è questa, secondo le ultime indiscrezioni, una delle modifiche alle regole per le candidature in vista delle elezioni 2018 che i vertici del partito starebbero preparando.

Modifica che, sempre secondo quanto si apprende, viene convegno alle tante richieste di professionisti e imprenditori, che con il vecchio regolamento non sarebbero potuti scendere in campo.

Non è finita, perché insieme con le regole per le candidature e il nuovo codice di Comportamento per gli eletti dovrebbe giungere anche un nuovo cambio del cosiddetto “Non Statuto”: l’ultima modifica del carta fondativa del Movimento risale a settembre 2016, quando furono introdotte modifiche in materia di sospensione ed espulsione degli iscritti con l’introduzione, tra l’altro, del collegio dei Probiviri.