M5S News

SALVINI E DI MAIO SI EVITANO AL VINITALY/ Governo: presto possibile convegno tra Lega e M5S

Salvo “miracoli” nelle prossime 48 ore, l’accordo di Governo tra il Centrodestra unito e il Movimento 5Stelle: quello che sarebbe potuto essere il “patto del Vinitaly”, vista la presenza oggi all’inaugurazione di tutti e due i giovani leader di Lega e M5s (qui sotto un breve resoconto, ndr), non è mai decollato ed è già saltato. A certificarlo, va detto, più Di Maio che Salvini con il segretario della Lega che fino all’ultimo lascia aperto il campo delle possibilità, «io ci provo, ma loro non mi ascoltano..». Il Partito Democratico intanto “attende”, con il segretario reggente Maurizio Martina che anche lui dal Vinitaly, spiega: «Stiamo assistendo al disfacimento del centrodestra. Con le diverse posizioni espresse sulla crisi internazionale dimostrano che non c’è consapevolezza su cosa voglia dire governare il Paese. Noi abbiamo sempre detto che tocca alle forze vincenti il 4 marzo dare indicazioni chiare sul governo, e questo non sta avvenendo». Non solo, secondo il ministro dell’Agricoltura, vi è molta ambiguità delle forze politiche dopo le Consultazioni: «questi balletti devono finire». Gli è stato poi chiesto cosa farebbe il Pd dinanzi ad un possibile incarico alla Presidente Casellati: «non posso avventurarmi in scenari che al momento non vedo. Ma non posso anticipare scelte che spettano al presidente della Repubblica, seguiremo con grande attenzione quel che dirà Mattarella. Noi abbiamo detto una cosa chiara: incontreremo l`eventuale incaricato quando ci sarà per confrontarci a partire dalle priorità che abbiamo indicato alle consultazion». Chiudendo con una battuta, dinanzi al “patto del Vinitaly” saltato tra Di Maio e Salvini, Martina commenta con un sorriso «Che la politica scopra il Vinitaly è un bel segno ma vi dico una cosa: sia Di Maio che Salvini sono astemi».