M5S News

M5S: domande e dubbi sulla Slot Sisal Wincity

Articolo pubblicato il 27/06/2017 alle ore 07:29.

Sono tanti i punti interrogativi riguardanti la sala Slot Sisal Wincity che sono stati messi in luce dal Movimento 5 Stelle e che necessitano di una spiegazione.

Il Movimento 5 Stelle ha depositato alcune domande per fare chiarezza sul caso della sala slot attiva in pieno centro storico, a meno di 150 metri da due chiese, dunque sprovvista dei requisiti previsti dal regolamento comunale sulle sale da gioco.

Il partito punta i riflettori su alcune specifiche date, quali il 13 settembre 2010 quando il Comune di Brescia si era dotato di un Regolamento per il funzionamento di sale pubbliche da gioco. L'art. 7 ("Localizzazioni e limitazioni") dispone che «non potrà essere autorizzata l'apertura di un nuovo esercizio […] a meno di 150 metri da scuole, caserme, chiese e luoghi di culto […]». Evidenziato anche il 16 gennaio 2014, giorno in cui "Sisal Wincity" ha ricevuto l'autorizzazione ad aprire una sala slot a due passi da Palazzo della Loggia, in via Alessandro Volta 12/14.

Il Movimento 5 Stelle sottolinea di aver misurato la distanza della sala dai locali sensibili. Il locale in questione dista soli 112 metri dalla Chiesa di San Faustino in Riposo, ed è a meno di 150 metri dalla Chiesa Cattedrale. La violazione, secondo il partito, è evidente e la sala slot "Sisal Wincity" va chiusa.

Alcune risposte potrebbero comunque giungere all’convegno del prossimo mercoledì 28 giugno con l’amministrazione comunale bresciana.

Il M5S precisa che proseguirà la sua azione di controllo e difesa della salute pubblica, contrastando il fenomeno della ludopatia ed invitano i cittadini che siano a conoscenza di altre violazioni, a segnalarcele al più presto.