M5S News

Augusta, verso il ballottaggio, il M5s non si apparenta. Il sindaco uscente Di Pietro: “Decisione pressoché all’unanimità”

AUGUSTA – La lista del Movimento 5 stelle non sarà apparentata con neppure uno dei due candidati sindaco, Pippo Gulino (6.155 voti al primo turno) e Giuseppe Di Mare (5.313 voti), i due “civici” he si contenderanno l’elezione a sindaco nel ballottaggio in programma il 18 e 19 ottobre.

Lo rende noto, rilanciando un post della pagina social del meetup “Augusta 5 stelle”, il sindaco uscente Cettina Di Pietro, giunta quarta nel primo turno con 3.436 voti pari al 17,56 per cento. “Ieri, nella nostra sede, ho incontrato l’intatto numeroso Gruppo del Movimento 5 Stelle Augusta – scrive sulla sua pagina social – Abbiamo valutato attentamente l’esito del voto e, per quanto riguarda la possibilità di apparentamenti o di alleanze, abbiamo deciso pressoché all’unanimità quanto riportato nel comunicato del Gruppo“.

La lista del Movimento 5 stelle, unica a sostegno della ricandidatura del sindaco pentastellato uscente, il 4-5 ottobre scorsi, ha ottenuto 2.193 voti, pari al 12,52 per cento, piazzandosi comunque seconda lista della competizione dietro la lista civica “Nuovo patto per Augusta” a sostegno di Gulino (2.531 voti, 14,44 per cento).

I 5 Stelle passeranno dai 18 consiglieri comunali su 30 ottenuti nel 2015 con il premio di maggioranza (subendo una sola defezione nel corso del mandato), a 2 consiglieri su 24 della prossima consiliatura. Dovrebbero essere certi della rielezione l’ex presidente del consiglio comunale Marco Patti (410 preferenze) e il vicesindaco uscente Roberta Suppo (235 preferenze), invece primo dei non eletti colei che era possibile new entry Chiara Tringali (159 preferenze).

Qui di seguito riportiamo la nota social del meetup “Augusta 5 stelle”. “Il gruppo Augusta 5 Stelle, in seguito ad una attenta riflessione sull’esito del voto al primo turno, e con al centro della stessa il futuro della nostra amata Augusta ed i nostri inderogabili principi, ha confermato l’intenzione di non procedere a nessun apparentamento – si rende noto – Noi rigettiamo i modi antiquati e vetusti della vecchia politica Augustana e non, di intavolare mercati e scambi di figurine per garantirsi un posto a tavola. Il bene della nostra città, a nostro parere, non lo si determina con transumanze post-voto come sta, purtroppo, accadendo di nuovo“.

“Noi, nel ringraziare nuovamente i tanti elettori che ci hanno dato fiducia, vogliamo rassicurarli: assolveremo col massimo impegno il ruolo che il voto democratico ci ha assegnato, quello di fare opposizione – prosegue la nota – Una opposizione istituzionalmente leale, fuori e dentro l’aula consiliare, ma che non farà sconti a neppure uno. Faremo leva sul grande bagaglio di esperienza amministrativa maturato e sull’entusiasmo dei nostri attivisti, vecchi e nuovi, pronti a lavorare sodo per presidiare i nostri valori, in primis la legalità ed il corretto funzionamento della macchina amministrativa. Porteremo avanti il nostro impegno verso la città con azioni concrete ed informazione puntuale. Ai tanti che avevano prematuramente pronosticato la fine “politica” del nostro movimento, daremo una grande disillusione“.

“Usciamo rafforzati da 5 anni di fatica e scelte impopolari, come l’anteporre il risanamento finanziario alla più facile via delle spese allegre, che ci ha indubbiamente penalizzati – si ribadisce in conclusione – Ma proprio per questo continuiamo a testa alta, consapevoli di aver donato alla collettività qualche cosa che non aveva mai avuto. Un quadro economico solido ed una capacità di spesa finalmente allineata alle esigenze urgenti della nostra città. Vogliamo infine augurare, a chiunque sarà chiamato a governare, di farlo mettendo al centro solo gli interessi degli Augustani, senza tornare a giravolte, alleanze più o meno occulte e salti sul carro del vincente, che credevamo fossero stati per sempre relegati al passato politico fallimentare, che ha portato questa città al dissesto economico, faticosamente superato dall’amministrazione uscente. Auguriamo buon lavoro a tutti, e che si lavori per il bene della nostra amata città”.