M5S News

Regionali, Cancelleri presenta il decalogo: così il M5s vuole governare la Sicilia

In una lungo post il candidato grilino alla presidenza illustra i dieci punti programmatici più importanti: dall’accesso al credito agevolato al patto con le imprese per favorire le assunzioni

PALERMO - "I dati sulla disoccupazione in Sicilia sono da brivido, l’isola vanta un tasso attorno al 22% mentre a livello europeo siamo nella top 10 delle regioni col più alto tasso di disoccupazione giovanile, oltre il 57%, davvero un dato allarmante, che ha meritato uno spazio ampio nel nostro programma di governo". Inizia così un lungo post di Giancarlo Cancelleri, candidato alla Presidenza della Regione per il M5S in Sicilia.

Il leader grillino siciliano presenta i dieci punti programmatici più importanti del M5S. "Ma vogliamo essere chiari, nel nostro programma non troverete ricette miracolistiche o trucchi, ma troverete tantissime idee realistiche ed ottimi progetti per i disoccupati, per gli inoccupati, per i giovani, i meno giovani e le imprese; soffocate dalle tasse, dalla burocrazia, dalla penuria di servizi e dalle infrastrutture praticamente inesistenti", dice.


"Sono idee di buon senso, che noi vogliamo seminare Sicilia per far rinascere il lavoro ed estirpare finalmente la disoccupazione - aggiunge Cancelleri - Elencarli tutti in un post sarebbe impossibile, vogliamo così mostrarvi i primi 10 punti". Ed ecco l’elenco dei dieci punti: "Accesso al credito agevolato per le imprese e piccoli investimenti per start up innovative; Focus su politiche giovanili, patto con imprese per incentivare le assunzioni; Semplificazione amministrativa per avvio nuove imprese e nuovi investimenti; Miglior utilizzo risorse comunitarie; Riforma dell’Istituto Regionale Attività Produttive; Risolvere criticità appalti pubblici come ad modello gli eccessivi ribassi; Conciliazione casa lavoro per sostenere lavoratori e lavoratrici, promozione dei nidi familiari e aziendali e interaziendali, creazione del registro del co-manager per affiancare le mamme; Spazio per start up negli edifici regionali in disuso; Rilancio dell’ufficio di Bruxelles: istituiremo il lobbista del cittadino per rappresentare le imprese siciliane e la figura del cacciatore di buyers per cercare compratori esteri disposti ad acquistare prodotti delle aziende siciliane; Creazione di un assessorato alle politiche giovanili e all’innovazione".


"Ci siamo messi in testa un’idea, vogliamo farvi tornare a casa - dice - Vi preghiamo di condividere quanto più possibile queste pillole di programma, e di far conoscere a quante più persone possibili le nostre proposte e il nostro programma".