M5S News

M5S: battaglia sul simbolo
Lanfredi diffida i dissidenti

Ha presentato una diffida presso l'amministrazione municipale per impedire che quel simbolo venga utilizzato, secondo lei, scorrettamente

CREMONA - Maria Lucia Lanfredi, consigliere comunale dei 5 Stelle, ha presentato una diffida presso l'amministrazione municipale per impedire che quel simbolo venga utilizzato, secondo lei, scorrettamente. Un messaggio diretto ai dissidenti. "A tutti i funzionari e al sindaco Gianluca Galimberti", comincia così il documento protocollato, il 26 ottobre, da Lanfredi, che continua: "Io sottoscritta, capogruppo consigliere comunale del M5S, con la presente comunico che nessun soggetto, particolare o giuridico, al di fuori degli eletti nella provincia di Cremona, è autorizzato a rappresentare, promuovere o sottoporre agli organi comunali alcuna attività, in nome e per conto del Movimento". "Comunico, inoltre - mette nero su bianco Lanfredi - che neppure uno è autorizzato a presentare richieste di occupazione di suolo pubblico per banchetti a nome del M5S, senza previo permesso della sottoscritta, unica consigliere comunale a Cremona". Da qui "l'invito a tutti i funzionari e i dipendenti dell'ente a prendere atto della presente diffida". "Chiedo altresì - è la conclusione - di dare tempestiva comunicazione alla scrivente via mail sei si dovesse verificare una delle condizioni sopracitate". Secondo Lanfredi, il simbolo di Beppe Grillo è già stato utilizzato scorrettamente. "Per il meetup e la pagina Facebook. Ho segnalato entrambi gli abusi allo staff del Movimento".