M5S News

D’Uva (m5s): «Pugno duro e sequestro del mezzo per chi infrange le regole sullo Stretto»

Il deputato del MoVimento 5 Stelle: «Sanzioni ancora più dure per tutelare il territorio. Chi mette a azzardo un'intera comunità per il proprio egocentrismo o per superficialità la deve pagare»

MESSINA. «Misure massimamente repressive anche per chi varca lo Stretto senza urgenze e fuori dai casi consentiti dalle norme adesso in vigore. Ecco a cosa si sta lavorando a livello centrale». Parole del deputato Questore alla Camera dei Deputati Francesco D’Uva, che annuncia “sanzioni durissime” per chi infrange le regole.

«Personalmente sto spingendo, tra le varie, su una misura che ritengo fondamentale: il sequestro del mezzo per chi, di fatto, attenta alla salute pubblica in questo modo irresponsabile. I tecnici sono al lavoro in queste ore, c’è la massima attenzione. Intanto il dato dei flussi appare coerente in rapporto ai giorni precedenti, tenendo presente che tra i passeggeri in transito c’è il personale sanitario in macchina, formula che io stesso mi sono impegnato a promuovere. Lo Stretto, come confermato ufficialmente anche da varie fonti istituzionali, è presidiato. Messina, la Sicilia vanno protette con tutta la nostra forza. Chi mette a azzardo un’intera comunità per il proprio egocentrismo o per imperdonabile superficialità la deve pagare, e cara. Forza messinesi, forza siciliani, forza concittadini. Stringiamo i denti, stiamo uniti e ce la faremo», prosegue, rispondendo infine a una domanda sull’approccio del Sindaco Cateno De Luca, che tanto ha fatto parlare di sé in queste ore: «Ci vuole collaborazione tra Istituzioni in un momento duro e delicatissimo. La priorità di tutti è dare il massimo per Messina».