M5S News

M5S, Cencelli: “Direttorio? Per i posti usate mio manuale, il potere piace a tutti”



Roma, 17 nov. “Il mio manuale? E’ logico che quando si parla di divisione del potere, è un metodo sempre valido. Anche per i 5 Stelle”. Lo dice, parlando con l’Adnkronos, Massimiliano Cencelli, ex funzionario Dc, inventore del famoso metodo che disciplina l’assegnazione di incarichi politici ad esponenti di vari partiti o correnti in base al loro peso. Una prassi che – come suggerisce il titolo di un articolo apparso oggi sul ‘Corsera’ (“Un ‘Cencelli’ 5 Stelle per il nuovo direttorio”) potrebbe funzionare anche per decidere chi dovrà comporre la nuova segreteria grillina dopo gli Stati Generali.
“A dire il vero – ammette l’esponente Dc classe 1936 – seguo poco le vicende del Movimento, vengo da una vita di democristiano… ma posso dire che il mio metodo vale sempre. Il potere piace a tutti, a chi non piace comandare? Basta mettersi d’accordo attorno a un tavolo ed è chiusa la partita”. E’ giusto che il M5S si trasformi un partito? “Certo. Il Movimento dovrebbe diventare un partito. Perché il partito è organizzato, ha un segretario organizzativo, uno amministrativo. In un partito il potere è ben delineato”, risponde Cencelli.