M5S News

Abate (M5S Senato – Capogruppo “Questioni Regionali”) – Il Sindaco Mundo dice...

Abate (M5S Senato – Capogruppo “Questioni Regionali”) – Il Sindaco Mundo dice delle inesattezze sul Frecciargento Sibari-Bolzano. Da oggi il servizio torna alla normalità.

Ho letto la nota redatta dal sindaco di Trebisacce Franco Mundo in merito ai presunti ritardi del Frecciargento Sibari-Bolzano via Roma Termini accumulati in questi giorni dal treno. Mi permetto di intervenire visto che sono stata la parlamentare del territorio che si è fatta promotrice dell’istituzione di questo treno e che ha seguito e segue tutte le fasi del progetto.

Spiace dover far notare a un sindaco esperto quale è Mundo che il suo intervento sia pieno di imprecisioni e fuori luogo col solo obiettivo di fare populismo.

In una mia nota stampa di qualche giorno fa, avevo ricordato come Trenitalia avesse annunciato con ampio anticipo che da lunedì 21 settembre a domenica 11 ottobre 2020, per lavori di manutenzione programmati sulla linea Monte del Vesuvio Napoli – Salerno, tutti i treni Intercity, Intercity Notte, Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca passanti per quel tratto e, quindi, anche tutti i treni che partono o arrivano in Calabria passando per la linea tirrenica, ivi compreso il Frecciargento Sibari-Bolzano via Roma Termini, avrebbero subito variazioni di orario (anche con anticipo dell’ora di partenza) e di tragitto con maggior tempo di percorrenza. Il nostro Frecciargento ha osservato per questi giorni una partenza con anticipo di un’ora e un quarto (partenza alla 5:15 invece delle 6:30) e un ritardo in arrivo di un’ora e tre quarti (arrivo alle 00:15 invece delle 22:30) ma già da oggi (lunedì 12 ottobre) la condizione tornerà alla normalità. Bastava fare una ricerca sui canali di vendita della società partecipata al 100% da Ferrovie dello Stato Italiane per verificare se i ritardi fossero strutturali o si trattasse solo di una cosa temporanea. Nella schermata che allego si può vedere benissimo che simulando un viaggio per oggi, il tempo di percorrenza da Sibari a Roma Termini torna ad essere di 4 ore e 10 minuti e non più di 5 ore e 30 circa.

Come ho detto nei giorni scorsi quando annunciavo la proroga del contratto da parte di Trenitalia, questo è uno dei treni più venduti e con le nuove condizioni contrattuali aggiornate per ora fino a fine anno, la Regione dovrà finanziare meno chilometri potendo destinare così i fondi ad altro. Questo potrebbe anche portare ad una riduzione futura sul prezzo non appena termineranno le regole in merito al distanziamento sociale sui treni. Chiaramente parliamo, come detto poc’anzi, di vicende contrattuali perché è chiaro che il Frecciargento viaggerà anche nei prossimi anni ma questo dimostra che i numeri sulla linea Jonica ci sono e che il servizio dovrà essere anche potenziato. Questa premessa serve a rispondere alla richiesta di una fermata a Trebisacce poiché non si può toccare un progetto sugellato da un contratto che già si è faticato molto ad ottenere, da avvocato e sindaco dovrebbe saperlo sia sul piano professionale che amministrativo. Questo treno, infatti, è destinato ad essere il treno della Fascia Jonica che, dopo un lavoro certosino e quotidiano, seguendo due diversi studi di fattibilità, vedrà il suo naturale prolungamento, non appena completata l’elettrificazione della linea jonica, nella partenza dalla stazione di Crotone. Piuttosto, sin dopo i primi giorni dalla sua istituzione nel settembre dello scorso anno, avevo scritto ai sindaci di tutto l’Alto e il Basso Jonio pregandoli di attivare un servizio navetta per raggiungere la stazione di Sibari. Alcuni lo hanno fatto, perché, ad modello, da Trebisacce non è stato fatto e, strumentalmente, si chiede una fermata a Trebisacce da dove il treno non passa proprio? Le Frecce sono treni veloci, non possono fermarsi ad ogni stazione altrimenti rischiamo di pagare un costo alto per una copia di un regionale, non avrebbe senso. Mundo istituisca un servizio navetta per Sibari per andare convegno ai cittadini e si affianchi anche alle mie richieste di istituzione di altri collegamenti che portino la fascia jonica a essere meglio servita anche sulla direttrice jonico-adriatica verso, quindi, la Basilicata e la Puglia. Solo con proposte concrete si cambiano le sorti dei territori.