M5S News

Il leader in piazza Matteotti canta e suona sul palco

Comunali, Grillo show in piazza: "Genovesi, ci voterete di nascosto"

GENOVA - Piazza Matteotti gremita a Genova per la chiusura della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle. Sul palco, per sostenere il candidato Luca Pirondini, sono intervenuti il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, quindi il leader Beppe Grillo che ha concluso la serata all'insegna dello show con una versione jazz di 'Olidin Olidena' e una reinterpretazione comica di 'Ma se ghe penso'.

"Molta gente ci voterà di nascosto - ha detto Grillo dopo aver iniziato il suo discorso suonando il pianoforte sul palco - Spero vivamente che non vinca perché sarete tutti a rompere i c***** a me dinanzi alla mia villa di Sant'Ilario, io lo so". Circa trecento persone hanno affollato l'area dinanzi a Palazzo Ducale. "Tu hai cantato Baglioni, io ho fatto questa... non arriviamo neanche al ballottaggio", ha scherzato con Pirondini prima di salutare tutti.

"Non ho ritorni negativi sull' effetto Cassimatis-Putti per il nostro candidato sindaco a Genova Luca Pirondini", ha detto Di Maio riferendosi alle 'scissioni' avvenute prima della campagna elettorale. "Vedremo che cosa decideranno i cittadini. Ma credo - ha aggiunto - che apprezzino sempre quando una forza politica allontana chi si approfitta della stessa. Alcuni si fanno eleggere con questa e dopo poco passano al gruppo misto. Questo noi lo evitiamo, siamo stati rigidi e siamo stati premiati".

La consigliera regionale Alice Salvatore, intanto, in una intervista a Primocanale spiega la posizione sul terzo varco ferroviario: “Da vent’anni se ne parla e sono stati spesi troppi soldi” dice la Salvatore che aggiunge: “L’obiettivo è quello di risparmiare i soldi, per fare opere che sono utili. Nel giro di pochi anni, vogliamo potenziare il trasporto di merci e quello passeggeri con altri interventi”.

“Il sindaco – aggiunge - ha una potestà limitata su questo tema, possiamo fare di più in Regione e in Parlamento, noi comunque siamo favorevoli solo alle opere utili”.