M5S News

Castellone (M5S): “Fatto un altro passo per stabilizzare precari sanità”

- “Con un emendamento presentato dal MoVimento 5 Stelle e approvato alla Camera abbiamo fatto un altro passo avanti per stabilizzare i precari in sanità. Gia’ nella Legge di Bilancio al Senato, infatti, grazie a un emendamento del MoVimento 5 Stelle sono stati stabilizzati i precari della sanità che raggiungevano 36 mesi di lavoro a tempo determinato a fine 2019. Adesso la platea è stata ulteriormente ampliata spostando il termine per maturare i tre anni di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi otto anni 36 mesi che servono per accedere ai concorsi necessari per la stabilizzazione al 31 dicembre 2020. I lavoratori della sanità vengono equiparati a tutti i dipendenti pubblici. Stabilizzare i precari della sanità è una nostra priorità e continuerà ad esserlo così come aumentare i contratti di formazione specialista per superare l’imbuto formativo che i giovani medici incontrano dopo essersi laureati”.
 

 
Così, in una nota, la senatrice del MoVimento 5 Stelle Maria Domenica Castellone, della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama. 

Decreto Rilancio. Tutte le novità dopo l’esame in Commissione: premio fino a 2.000 euro per gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza; stabilizzazione precari; bonus Ecm per tutti; farmaci della “diretta” passano in farmacia

Decreto Rilancio. Tutte le novità dopo l’esame in Commissione: premio fino a 2.000 euro per gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza; stabilizzazione precari; bonus Ecm per tutti; farmaci della “diretta” passano in farmacia

Decreto Rilancio. Al via l’esame in aula alla Camera. Premio fino a 2.000 euro per gli operatori impegnati nell’emergenza; stabilizzazione precari; bonus Ecm per tutti; farmaci della “diretta” passano in farmacia. Ecco tutte le novità approvate

“Bonus Ecm” per operatori Covid. Un emendamento al Decreto Rilancio lo estende a tutte le professioni sanitarie. Lo ha chiesto anche la Commissione nazionale

Viaggiare in aereo è sicuro? Ricciardi: “Solo se le compagnie aree si attengono alle linee guida su distanza di sicurezza e gestione dell’aria”. E sulla mascherine: “In volo meglio le Ffp2”