M5S News

Riaperture scuole ► Vacca (M5S): “Nessun errore di valutazione, facile parlare senza alcuna esperienza”

Al centro delle cronache politiche, quasi da inizio emergenza, le scuole si avvicinano al nuovo anno e alle lezioni in presenza con non poche perplessità. Sebbene se ne parli ormai da mesi e sia stato un tema di confronto intimo al Governo e di acceso dibattimento tra maggioranza e opposizione, la data del suono della prima campanella resta ancora un rebus.

Sono diversi gli elementi che pongono il dubbio dell’avvio della riapertura delle scuole il 14 settembre. Le maggiori carenze riguardano la consegna dei banchi monoposto, le condizioni per il rispetto delle normi anti covid, la mancanza di personale scolastico e corpo docente.

L’effetto a catena dei ritardi ministeriali, e la presenza ingombrante di elezioni e referendum, ha già fatto spostare in avanti la riapertura in sette regioni: Friuli (il 16), la Sardegna (il 22), la Puglia (il 24) a cui si sono aggiunte la Campania, l’Abruzzo, la Basilicata e la Calabria (il 24).