M5S News

Consultazioni. Salvini, basta liti FI-M5S o si torna al voto. Pressing Mattarella ai partiti

Oggi secondo giorno del secondo giro di consultazioni al Quirinale, stavolta con i vertici istituzionali: prima il presidente emerito Napolitano, poi i presidenti di Camera e Senato, Casellati e Fico. Le battute non concordate di Berlusconi alla fine dei colloqui di ieri, contro i Cinquestelle, hanno acuito le tensioni e allontanato una soluzione

Si è concluso stamani con le alte cariche istituzionali il secondo giro di consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella per formazione del nuovo governo.

Mattarella: è stallo attenderò ancora alcuni giorni 
Il capo dello Stato attorno alle 12.40 ha dichiarato: "Non ci sono progressi, c'è necessità di un governo, c'è urgenza di un confronto tra partiti per l'obiettivo di avere un Governo: attenderò alcuni giorni, trascorsi i quali valuterò come uscire stallo.

Le consultazioni di oggi
Al Quirinale Giorgio Napolitano ha incontrato per primo Mattarella e dopo ha dichiarato ai giornalisti: "come rappresentanti istituzionali, parlo per me ma sono convinto che esprimo un sentimento comune anche ai presidenti di Senato e Camera, siamo tutti a lato al presidente Mattarella nella ricerca di soluzioni. Ed è un compito estremamente difficile, complesso e nello stesso tempo presenta una sua innegabile urgenza. Lo sforzo del presidente è molto delicato. Siamo pienamente solidali con lui".

Il presidente della Camera, Roberto Fico, ha lasciato il Quirinale, al termine del secondo giro di Consultazioni con il Capo dello Stato, senza commentare: "Buongiorno a tutti - ha detto soltanto - vi auguro buon lavoro".

Mattarella ha poi parlato con il presidente del Senato, Elisabetta Casellati che è uscita senza fare dichiarazioni ai giornalisti.