M5S News

Articolo n° 32737 del 12/08/2017 - 10:34

Il M5s attacca la gestione di Iren Rinnovabili

La consigliera Guatteri: "Invece di occuparsi di rinnovabili si sta per lo più occupando di investimenti immobiliari per conto del Comune di Reggio"

REGGIO EMILIA – “Sono ormai tre anni che sottolineiamo il fatto che in Iren Rinnovabili c’è qualche cosa che non va”, lo afferma Alessandra Guatteri del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle, spiegando poi perché analizzando la società rispetto ad usa serie di operazioni: “Abbiamo iniziato a fine 2014 con la vicenda connessa al progetto Rebuild , sulla base del quale il Comune ha affidato alla stessa Iren Rinnovabili (unica a offrirsi) l’esecuzione di diagnosi energetiche sugli edifici privati per poi proporre riqualificazioni energetiche. Tutto ciò in coincidenza con l’acquisto di Studio Alfa,  società del Ccpl, colosso cooperativo forse in crisi di liquidità e che a sua volta detiene il 30% di Iren Rinovabili”.

L’esponente del M5S ritene poi strano che “Iren non consolidi nel suo bilancio Iren rinnovabili, nonostante ne detenga il 70% del capitale sociale” e ne deduce – come altre volte i “grillini” hanno detto – che “una società nata per operare nel campo delle energie rinnovabili in realtà si sta occupando di investimenti immobiliari per  conto del Comune di Reggio… a targa Pd. Pd che ovviamente esprime il consiglio di amministrazione della società”.

La Guatteri è intervenuta nelle ultime due assemblee dei soci di Iren per conto dei piccoli azionisti e ha posto domande sullo stato di salute di Iren Rinnovabili: “Continua a investire in avventure rischiose, invece di restituire i soldi che Iren le ha prestato. Quest’anno mi ero soffermata sulla svalutazione del patrimonio netto inserito nel bilancio di Iren.  Tutte e due le  volte ero stata rassicurata del fatto che la società Iren rinnovabili non aveva problemi. Staremo a vedere”.