M5S News

Emergenza rifiuti Reggio Calabria, Ferrara (M5S) chiede intervento dell'Ue - strill.it

«L’emergenza rifiuti imperversa in tutta la regione e molte preoccupazioni desta la condizione di Reggio Calabria in cui tonnellate di spazzatura campeggiano lungo le strade». L’eurodeputata Laura Ferrara porta all’attenzione della Commissione europea l’emergenza rifiuti di Reggio Calabria con apposita interrogazione.

«È del mese di maggio una mia, ulteriore, interrogazione alla Commissione sull’ennesima emergenza a livello regionale legata al ciclo di smaltimento dei rifiuti, causata oltre che dai soliti problemi di sostenibilità finanziaria anche dall’assenza di siti deputati allo smaltimento.

Ora ho deciso di portare a conoscenza della Commissione il caso specifico della Città Metropolitana di Reggio Calabria. All’origine della problematica, in questi giorni agli onori delle cronache, sarebbe il deficit impiantistico di trattamento e di smaltimento rifiuti in Calabria, oltre alla soluzione della Regione di sospendere il conferimento al sito privato di smaltimento rifiuti di Crotone. Dall’altro lato, la Regione accusa la Città Metropolitana di ritardi nella attivazione degli impianti in capo all’Ato (Ambito territoriale ottimale) di Reggio Calabria».
«Tale condizione – scrive l’europarlamentare M5s – sta creando notevoli disagi per gli abitanti, non solo di Reggio Calabria, ma dell’intera provincia, che con i primi caldi si ritrovano montagne di rifiuti depositati ovunque. A tal proposito ho chiesto alla Commissione quali misure siano state adottate da Regione Calabria e Città Metropolitana di Reggio Calabria al fine di porre concretamente fine a tale condizione emergenziale e se ritiene ipotizzabile una visita ispettiva».

«Entro il 5 luglio la Regione Calabria – ricorda  e conclude la Ferrara – deve presentare all’Ue le modifiche richieste al Piano regionale di gestione dei rifiuti. La rinnovata  normativa comunitaria in materia di rifiuti stabilisce nuovi obblighi riguardanti, tra l’altro: la prevenzione dei rifiuti, la raccolta differenziata, obiettivi di riciclaggio più ambiziosi e un obiettivo di riduzione del numero di discariche. Mi auguro questa sia davvero l’ultima emergenza a cui devono assistere, inermi, i cittadini calabresi e spero che ci sia il massimo impegno per restituire e Reggio Calabria la dignità di una città pulita con servizi di raccolta dei rifiuti finalmente garantiti».