M5S News

COVID. ASL:” 63 NUOVI POSITIVI SU 801 TEST NEL SANNIO”

La sentenza della Corte di Giustizia Europea secondo cui uno Stato membro non può vietare la commercializzazione del cannabidiolo legalmente prodotto in un altro Stato Membro quando è estratto dalla pianta di Cannabis Sativa nella sua interezza, come abbiamo subito evidenziato, è una buona notizia, ma c’è ancora molto da fare.

1997. Nei fatti, nonostante la canapa sia utilizzata nella produzione alimentare da secoli, i produttori hanno dovuto presentare una domanda di autorizzazione prima di poter commercializzare il prodotto sul mercato europeo.

si applica anche agli estratti e alle tinture di cannabis.

ha chiesto agli organismi competenti delle Nazioni Unite di esplicitare chiaramente che il CBD puro non deve essere considerato una aroma.

Queste normative non solo limitano l’accesso al mercato di un prodotto considerato benefico da secoli, ma hanno anche l’effetto di creare un divario tra prodotti naturali e prodotti sintetici. I prodotti che contengono CBD sintetico, infatti, non sono classificati come stupefacenti. Quindi l’olio di CBD sintetico può essere commercializzato in UE, mentre quello prodotto estraendo il CBD dalla pianta no.