M5S News

Sondaggi elettorali: il popolo frastagliato del M5S

Si è detto e ridetto. L’elettorato del Movimento 5 Stelle è frastagliato. Ci sono simpatizzanti del centrodestra. Ex militanti del centrosinistra. E una fetta di persone disilluse dalla politica che si rifugia nel voto di protesta. A confermarlo ancora una volta ci ha pensato un’indagine condotta da Ipr Marketing e pubblicata sul Quotidiano Nazionale.

Secondo l’istituto guidato da Antonio Noto, l’elettorato grillino è “esattamente diviso in 3 parti uguali. “Un terzo – spiega il direttore di Ipr – si sente ancora vicino al centrodestra; un ulteriore terzo dichiara di appartenere ideologicamente al centrosinistra; un altro 34% non si riconosce in alcun posizionamento politico”.

Sondaggi elettorali: il perché di una comunicazione politica “ondivaga”

La composizione di un elettorato siffatto giustifica in qualche modo la comunicazione politica ondivaga del M5S. In un’intervista a Repubblica, Noto spiega perché i grillini a Roma abbiano deciso di seguire la Lega su argomenti come rom e migranti. “Lo stop a Rom e migranti è una particolarità solo perché l’ha detto Virginia Raggi che, fino a novembre scorso, parlava di Roma come di “città dell’accoglienza”. Ora la sindaca della Capitale si è semplicemente allineata alle posizioni del Movimento, che da tempo su questi temi è vicino al centrodestra”.

“Evidentemente i Cinquestelle pensano di aver perso più voti a destra in queste amministrative e quindi stanno riproponendo i propri contenuti di comunicazione. – ha continuato Noto – Non mi meraviglierei se tra qualche giorno un esponente del M5S si mettesse a enfatizzare una tematica di sinistra, ad modello il biotestamento”.

Un ping pong obbligato per tenere insieme le varie anime dell’elettorato. Conclude Noto. “Il M5S è un consorzio elettorale acchiappatutto, dove albergano sia elettori di centrodestra che di centrosinistra, oltre a coloro che non hanno nessuna attinenza politica. Per questo di volta in volta ha bisogno di rivitalizzare un elettorato così variopinto, lanciando messaggi ora a destra ora a sinistra. Il voto ai grillini è ballerino, può andare via come è successo nei comuni, ma può anche tornare molto facilmente in un contesto nazionale