M5S News

Sondaggi elettorali Ixè: FDI all’11%, crisi nera per M5S e Italia Viva

Sondaggi elettorali Ixè: FDI all’11%, crisi nera per M5S e Italia Viva

Le Sardine che stanno riempiendo piano piano tutte le piazze d’Italia, hanno un potenziale elettorale del 7,5%. Di questi il 2,4% dei voti arriverebbe dal Pd, l’1% dal Movimento 5 Stelle, l’1,4% da altri partiti e il restante 2,7% da indecisi e astenuti. A dirlo sono i sondaggi elettorali Ixè per Cartabianca andati in onda il 3 dicembre 2019. Sul potenziale elettorale delle Sardine si sono espressi in precedenza Noto e Emg con numeri completamente diversi.

Nonostante ciò, il Movimento delle Sardine potrebbe rappresentare un’arma in più per il governatore emiliano Bonaccini nella corsa alla rielezione alle prossime regionali. Un appuntamento che diventa sempre più cruciale per il governo giallo rosso. Tanto che in Transatlantico si vocifera di possibili dimissioni del governo Conte in caso di sconfitta del centrosinistra in Emilia Romagna. Secondo i sondaggi elettorali Ixè, ad essere d’accordo con questa consecutio, sconfitta-dimissioni, è il 33% degli italiani. Di diverso avviso è, invece, quasi un italiano su due. Tra questi ci sono la maggioranza degli elettori M5S (72%) e Pd (86%).

Ixè, nei suoi sondaggi, dà spazio anche all’inchiesta sulla fondazione Open. Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ha criticato l’invasione di campo dei magistrati: “Se qualcuno ha fatto reati giudicatelo – ha detto Renzi – ma non potete considerare la Leopolda un reato perché la Leopolda è politica. I politici rispettano la magistratura, ma la magistratura deve rispettare l’autonomia della politica”. Appena il 22% degli italiani si schiera dalla parte dell’ex premier mentre il 44% afferma di non essere d’accordo con la posizione presa da Renzi.

I sondaggi elettorali Ixè si chiudono con le intenzioni di voto che vedono una Lega in calo dello 0,3 al 31,2%, ovvero tre punti in meno rispetto alle europee del 26 maggio. Risale la china il Pd che passa dal 20,4% della scorsa rilevazione al 20,7%. Dall’altra parte, il Movimento 5 Stelle continua la sua fase discendente: ora è al 15,9% con mezzo punto di consenso perso in una settimana.

Prosegue invece la crescita di Fratelli d’Italia che sale all’11% (+0,4). Forza Italia rimane stabile al 7,4% mentre Italia Viva crolla al 3,6% (-0,9). È probabile che sul risultato abbia influito l’inchiesta Open. Ixè è l’unico istituto a valutare +Europa ancora al 3%. La Sinistra è data in risalita al 2,7% mentre Europa Verde è all’1,1%. Azione di Calenda esordisce con lo 0,7. Swg lo dà addirittura al 3,3%. La quota di indecisi e astenuti è in rialzo al 39,3%.

Sotto attacco per il caso Mes, il premier Conte vede comunque salire l’indice di fiducia nei suoi confronti al 41%. Cala di un punto Salvini al 33% ormai quasi raggiunto da Meloni al 32%. Sotto il 30 tutti gli altri leader politici con Di Maio (20) insidiato da un redivivo Berlusconi (19).

Sondaggi elettorali Ixè: nota metodologica

SOGGETTO REALIZZATORE: ISTITUTO IXÈ SRL
SOGGETTO ACQUIRENTE: RAI – CARTABIANCA
METODOLOGIA: INDAGINE QUANTITATIVA CAMPIONARIA
METODO DI RACCOLTA DATI: TELEFONO FISSO (CATI), MOBILE (CAMI) E VIA WEB (CAWI)
UNIVERSO: POPOLAZIONE ITALIANA MAGGIORENNE
CAMPIONE INTERVISTATO: RAPPRESENTATIVO (QUOTE CAMPIONARIE E PONDERAZIONE) IN BASE A:
GENERE, ETÀ, ZONA DI RESIDENZA, AMPIEZZA COMUNE, VOTATO 2018/2019
DIMENSIONE CAMPIONARIA: 1.000 CASI (MARGINE D’ERRORE MASSIMO ±3,10%)
PERIODO DI RILEVAZIONE: DAL 2 AL 3 DICEMBRE 2019